Brugnaro a Gentiloni: "La competizione in futuro si giocherà in ambiti metropolitani"

Patto di stabilità e tavolo di coordinamento permanente fra enti e governo i temi centrali dell'incontro di lunedì a palazzo Chigi con i primi cittadini di tutte le Città metropolitane

Patto di stabilità, ma non solo, al centro del dibattito a palazzo Chigi, a Roma, lunedì, in cui il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, con la sottosegretaria Maria Elena Boschi, ha incontrato i sindaci di tutte le Città metropolitane d'Italia e il primo cittadino di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro. Presente anche il titolare di Ca' Farsetti, Luigi Brugnaro.

TAVOLO ISTITUZIONALE PERMANENTE

“L’incontro di oggi ha avuto un importante valore politico - ha commentato il sindaco metropolitano – abbiamo chiesto coralmente la convocazione di un tavolo istituzionale permanente tra governo e Città metropolitane, perché ci sia una continua e diretta interlocuzione tra gli enti. Abbiamo posto delle questioni politiche sul valore strategico di attuare in maniera piena quello che la riforma Delrio aveva in parte delineato, il ruolo importantissimo delle Città metropolitane. Sono state affrontate questioni tecniche ed amministrative legate alle esigenze di bilancio". Al centro dell’incontro, preceduto da una riunione riservata tra i primi cittadini, le strategie politiche e finanziari  destinate agli enti metropolitani.

 

"Credo che costruire un dialogo costante sia un atto politico trasversale importante - ha continuato Brugnaro - che darebbe coerenza amministrativa a quanto fino adesso è stato detto a livello nazionale sull'importanza e le potenzialità delle Città metropolitane. Il futuro della competizione, in Europa e nel mondo, sarà tra ambiti metropolitani. Valorizzare questi enti - che rappresentano il meglio della cultura, dell’organizzazione e dell’industria - diventa quindi un decisivo fattore di sviluppo economico. Ogni città è diversa dall’altra ma proprio su queste specificità si costruisce la forza del Paese: ambiti e storie diverse che messi insieme formano l’Italia. Ringrazio il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, per averci ricevuto, e gli altri sindaci presenti per aver condiviso l’avvio di un percorso trasversale per lo sviluppo e il futuro del Paese.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento