rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

Città metropolitana, ci si prepara alla battaglia: "Sarà Venezia e poco altro"

La titolare di Ca' Corner Francesca Zaccariotto sottolinea la voglia di "scissione" di Veneto orientale e Riviera del Brenta. Risponde il sindaco Giorgio Orsoni: "Province? Vecchiume"

Sarà un'estate rovente sul fronte della "città metropolitana". I diversi fronti affilano le armi e iniziano a "sondare" il campo nemico, in attesa di lanciarsi nella battaglia a settembre. Il 1 ottobre 2013, infatti, deve essere pronto lo statuto del nuovo ente territoriale. Nonostante sembrino tanti mesi, invece, tra veti incrociati, rimostranze e riunioni il pericolo è che la montagna partorisca il classico topolino.

 

Ne è consapevole il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, spiegando che entro settembre si insedierà la Conferenza metropolitana: "Ma è un papocchio - spiega il primo cittadino lagunare - E' facile che alla sua scadenza non succeda nulla". Il motivo è semplice: Ca' Farsetti e Ca' Corner hanno visioni divergenti. "Le Province hanno fatto il loro tempo", sentenzia Orsoni.

Di parere opposto la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto, che esprime dubbi sull'effettiva efficacia della città metropolitana. Se l'obiettivo, spiega, era quello di abbattere i costi, l'effetto potrebbe essere quello di una "moltiplicazione" dei campanili, con relativa moltiplicazione dei costi.

 

La titolare di Ca' Corner sa che in alcuni Comuni del Veneziano spira un'aria di "secessione" da Venezia, ed è consapevole di soffiare sul braciere. Specie per quanto riguarda il Veneto Orientale e la Riviera del Brenta. In più, c'è l'idea "separatista" di Mestre: "Non vorrei che tra qualche mese ci si trovasse ad aver a che fare con una Città metropolitana rappresentata dal centro storico di Venezia e da poco altro ancora - afferma - E la nascita di nuovi Comuni. Quindi nuovi costi, nuova burocrazia". La Zaccariotto spiega che basta un voto del Consiglio comunale per uscire dalla Città metropolitana e accasarsi da un'altra parte. E le Province di Treviso e Padova in questo caso tengono le orecchie tese.

 

ABOLIZIONE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E ISTITUZIONE CITTA' METROPOLITANA:

- CITTA' METROPOLITANE "SPRINT", ORSONI: "RIFORMA PRIMA DEL NUOVO PARLAMENTO"

- ZAIA "GELA ORSONI: "ROMA STA CERCANDO LA RISSA"

- ZACCARIOTTO IN TRINCEA: "MAI SOTTO VENEZIA, PIUTTOSTO CON TREVISO"

- LA PROVOCAZIONE: "SINDACI VENEZIANI VIA DALL'ANCI"

- IL DECRETO: PROVINCIA ADDIO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana, ci si prepara alla battaglia: "Sarà Venezia e poco altro"

VeneziaToday è in caricamento