Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Consiglio comunale straordinario per il trasporto pubblico Actv il 17 giugno

All'ordine del giorno anche la mozione per la liberazione dell'imprenditore veneziano detenuto in Sudan, Marco Zennaro

È stato fissato per il pomeriggio di giovedì 17 il Consiglio comunale straordinario sulle problematiche e i disservizi del trasporto pubblico locale. Voluto dai gruppi di opposizione, che hanno raccolto le firme necessarie per richiederne la convocazione entro 20 giorni, si terrà subito dopo il dibattito pubblico organizzato dalla Municipalità di Venezia Murano Burano nel pomeriggio del 14 giugno, in campo San Lorenzo alle 18.30.

«Sarà l'occasione per fare il punto sui tanti problemi che residenti e turisti stanno affrontando in questi mesi e per chiedere un servizio all'altezza della città - afferma il consigliere comunale del Partito Democratico Alessandro Baglioni -. Gli utenti continuano a subire disagi. Le tensioni non diminuiscono. Dall'amministrazione attendiamo azioni volte a ridurre i disservizi. Vanno da subito potenziati i mezzi per trasportare in sicurezza pendolari e turisti - continua - Devono essere previsti servizi adeguati per le isole, e va posta attenzione sul Lido, (i cui collegamenti sono stati ridotti con la sospensione della linea 10 e la mancata attivazione del prolungamento della linea 2 al Lido), e sul ferry boat: non sono tollerabili code e sospensioni che disincentivano la ripresa turistica».

Le opposizioni invocano l'impiego di mezzi ed equipaggi «adeguati». In questa stessa direzione si sono mossi i sindacati nei giorni scorsi, chiedendo ai tavoli di trattativa con l'azienda per gli accordi di secondo livello di richiamare al lavoro gli stagionali, esattamente come l'anno scorso. Ma gli incontri iniziati lunedì non avrebbero portato ad alcun punto d'incontro. «Non ha senso avere un orario invernale ridotto - continuano i gruppi consiliari di opposizione - con la sola linea 1 che raggiunge San Marco via canal Grande. Nel Consiglio comunale di giovedì presenteremo un documento con le richieste al sindaco e alla giunta».

«Per il bene dei cittadini - afferma la consigliera comunale Cecilia Tonon (Venezia è Tua) - è ora di sconfessare le scelte miopi e penalizzanti di tutti. Un’amministrazione sorda che ha tagliato corse, servizi e bilanci senza una strategia che non fosse quella puramente ragionieristica. Un’azienda gestita in maniera improvvida, incapace di riconoscere la sua inadeguatezza. Un sindacato che fa le sue lotte sulla pelle del cittadino trasportato e cerca legittimazione sul numero delle tessere piuttosto che sul consenso dei cittadini». Oltre all'emergenza Actv, all'ordine del giorno del Consiglio ci sarà la discussione sulla mozione, a prima firma di Marco Gasparinetti (TeA), sottoscritta da tutti, per la liberazione dell'imprenditore veneziano detenuto in Sudan, Marco Zennaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale straordinario per il trasporto pubblico Actv il 17 giugno

VeneziaToday è in caricamento