Consumo di suolo, Venezia ne dimezza la quantità utilizzabile

Non più 518,03 ettari come previsto dal vigente piano di assetto del territorio ma 258,28 ettari come stabilito dal decreto della Regione

Mestre, foto di archivio

Via libera della giunta alla delibera che dimezza la quantità utilizzabile di suolo. Il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare definitivamente la variante adottata dall’assemblea di Ca’ Farsetti lo scorso 26 settembre e che non ha visto pervenire osservazioni.

Sostenibilità

Così come stabilito dal decreto della Regione la quantità massima di suolo utilizzabile assegnata al Comune di Venezia non sarà più di 518,03 ettari, come previsto dal vigente piano di assetto del territorio, ma di 258,28 ettari. Una riduzione di circa il 50 per cento completamente coerente e in linea con gli obiettivi dell’Amministrazione comunale in materia di contenimento del consumo di suolo. Un impegno che ci eravamo assunti all’interno del documento del sindaco per il piano degli Interventi, presentato al Consiglio comunale il 15 giugno 2016, nel quale è scritto che "le trasformazioni urbanistiche da programmare con il PI devono favorire principalmente azioni di recupero e rigenerazione dei tessuti urbani degradati, nonché di densificazione edilizia nella città già costruita, in attuazione della politica di contenimento del consumo di suolo, con l’obiettivo della sostenibilità economica e della creazione di nuovi posti di lavoro".

Piano degli interventi

«Rispetto dell’ambiente, tutela del mare, salvaguardia del territorio e riduzione degli inquinanti in atmosfera sono linee guida sulle quali questa amministrazione, con diversi provvedimenti, sta agendo al fine di garantire la salubrità del contesto che ci circonda - commenta l’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin -. La città si è dotata di un piano degli interventi per agevolare la vita ai nostri concittadini che hanno necessità di sistemare la propria abitazione o azienda, ma ha anche approvato un nuovo regolamento edilizio che va nella direzione di dare un importante sostegno alla residenzialità puntando su un innalzamento degli standard qualitativi e, soprattutto, sulla tutela dell'ambiente attraverso la promozione dell'efficienza energetica e del comfort abitativo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento