menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ora un incontro urgente con Brugnaro, entro la prossima settimana la Lega deciderà"

A parlare è il segretario provinciale del Carroccio Sergio Vallotto, dopo le dimissioni dell'assessore Guzzon: "Vogliamo chiarire il nostro ruolo in questa amministrazione"

"Entro la prossima settimana la Lega Nord deciderà". A parlare è il segretario provinciale del Carroccio, Sergio Vallotto, all'indomani dell'annuncio delle dimissioni da assessore di Francesca Guzzon, che aveva le deleghe al commercio nella giunta Brugnaro. La scelta della 33enne è stata in un certo senso spiazzante, perlomeno per i tempi con cui è stata maturata: "Era da un po' di tempo che Francesca manifestava una certo malessere per l'isolamento in cui si è trovata - spiega Vallotto - alla fine ha deciso di lasciare l'assessorato e le incombenze che ciò comporta. Questo non cambia nulla nei rapporti tra la Lega Nord e il sindaco Brugnaro, ma ora i tempi sono maturi per un faccia a faccia".

L'incontro, naturalmente, ora viene definito "urgente" e "non più rinviabile". Francesca Guzzon dovrà essere sostituita, e non è escluso che la sua fuoriuscita possa portare a un vero e proprio rimpasto in giunta, con la rimodulazione delle deleghe. Chi arriverà al posto della giovane esponente del Carroccio? "Quello è un assessorato in quota Lega - dichiara Vallotto - se l'incontro produrrà effetti positivi non ci saranno problemi". L'intenzione sembra essere di non arrivare a uno strappo, ma tutto dipenderà dal faccia a faccia, che a questo punto non potrà più tardare: "Io penso che i tempi siano maturi - continua il segretario provinciale - perché ci sono molte cose da chiarire in merito al ruolo della Lega all'interno di questa amministrazione. I nodi li sapete".

Alla base della decisione dell'assessore Guzzon, che non si faceva vedere da una decina di giorni dalle parti di Ca' Farsetti, non solo la questione referendum di separazione tra Venezia e Mestre, ma anche la presunta assenza di "gioco di squadra" all'interno della giunta. Con delibere di sua competenza che l'avrebbero vista messa in un angolo: "Martedì, prima dell'invio della mail di dimissioni, era molto scossa - conclude Vallotto - la sua era una posizione molto difficile. Ora, però, il tempo è scaduto. Chiedo di nuovo un incontro con Brugnaro, perché entro la prossima settimana comunque la Lega deciderà il da farsi". 

Il consigliere del Partito Democratico, Nicola Pellicani, in una nota chiede chiarezza alla maggioranza: "È passato poco più di un anno dalle elezioni e la Giunta Brugnaro comincia a perdere pezzi - dichiara - L'assessore leghista Francesca Guzzon si è dimessa. Brugnaro ha il dovere di chiarire in Consiglio comunale se è cambiata la maggioranza che lo sostiene. La Lega fa parte ancora della coalizione di governo? Non è una questione di numeri, ma politica. La città ha il diritto di sapere quale maggioranza governa Venezia".

Anche Roberto Magliocco, presidente di Ascom Confcommercio Venezia non ha mancato di dire la sua in merito alle dimissioni dell'assessore: "Ascom Venezia si rammarica che dopo un anno di gestione della giunta Brugnaro si siano dimessi già due assessori al commercio. Ci auguriamo che la nuova scelta sia ben ponderata e che ricada su una persona che conosca bene la materia e le problematiche della città. Dispiace che in una fase così delicata in cui si stavano portando avanti temi importanti, come quello dell'uso del suolo pubblico, ora si debba ricominciare il dibattito con un nuovo interlocutore. Auspichiamo pertanto che almeno i tempi di attesa siano brevi e non ci dispiacerebbe che a ricoprire tale ruolo fosse qualcuno della compagine attuale di governo della città, magari accorpando più deleghe, come già attuato nella macchina comunale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento