rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Il consigliere grillino Marco Gavagnin si dimette: "Sono solo contro altri 45"

L'annuncio su Facebook: "Torno a essere il Gava". A chi commentava dispiaciuto: "Lascio il lavoro più bello che mi sia capitato, l'impotenza di fronte alle ingiustizie ha avuto la meglio"

"Non sono più il consiglier Gavagnin. Da oggi torno a essere il Gava e basta". La notizia l'ha voluta dare lui ai propri elettori sfruttando quella Rete che gli aveva permesso di diventare il primo consigliere del Movimento Cinque Stelle del Comune di Venezia. 

Una decisione presa per protesta? Non sembrerebbe, almeno stando alle sue parole. "Cari amici, avevo promesso di usare questa pagina esclusivamente per scopi privati, ma la notizia mi impone di andare in deroga al mio proposito - scrive sulla sua bacheca Facebook - Voglio comunicare a tutti che mi sono dimesso dal ruolo di consigliere comunale di Venezia per il Movimento 5 Stelle. I motivi restano personali, ma la notizia ve la voglio dare io. Da oggi torno a essere il Gava e basta". 

Stamattina verrà formalizzata la "defezione". Al posto di Marco Gavagnin dovrebbe subentrare il primo degli esclusi alle scorse elezioni amministrative: Andrea Avezzù. "Lascio il testimone a un altro meetupers. Un'altra persona come me, migliore di me - continua Gavagnin - In questi anni sono solo stato il portavoce del movimento, il lavoro lo faceva il gruppo, non cambierà perciò nulla. Resteremo sempre vigili, cercheremo di ascoltare tutti e di aiutare le persone con i mezzi che abbiamo. Non abbandono il gruppo, cambia solo il megafono, la musica rimane la stessa. Lascio il lavoro più bello che mai mi sia capitato, l'essere impotente di fronte alle ingiustizie ha avuto la meglio. Esser solo di fronte ad altri 45 colleghi rende le cose dannatamente difficili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere grillino Marco Gavagnin si dimette: "Sono solo contro altri 45"

VeneziaToday è in caricamento