Comunali 2020 Castello

La lista Verde Progressista a Castello per la candidatura di Pier Paolo Baretta

Mercoledì pomeriggio, in via Garibaldi, l'incontro con la cittadinanza veneziana

Il candidato sindaco Pier Paolo Baretta ha tenuto nel pomeriggio di mercoledì un nuovo incontro con la cittadinanza veneziana per presentare la lista Verde Progressista, una coalizione eterogenea di forze che, dalla primavera 2019, si concentra su temi quali l’ambiente, il lavoro e la difesa dei diritti. 

La lista, alla quale fa capo il presidente della Municipalità di Marghera Gianfanco Bettin (che mercoledì non c'era), era già stata presentata lo scorso giovedì presso i Giardini Papadopoli. Obiettivo principale è la realizzazione di una città sostenibile: «Dobbiamo pensare ad un futuro ambientale» spiega Baretta che, durante l’incontro, espone i punti fondamentali sui quali si concentra il programma elettorale. I temi sono diversi: dalla difesa delle attività produttive, con estrema valorizzazione dell’artigianato veneziano, ad una diversa gestione del turismo: «Dobbiamo pensare ad un turismo sostenibile. Attivare la prenotazione obbligatoria per venire a Venezia ci permetterebbe di regolare meglio i flussi turistici». Per quanto riguarda il lavoro, Baretta dichiara: «Questa città presenta un tasso troppo alto di precariato e stagionalità. Dobbiamo quindi proporre ai sindacati e alle imprese un vero e proprio patto del lavoro».

Il candidato sindaco conclude ribadendo la molteplicità della coalizione: «La nostra è un’impresa collettiva. Ci sono in tutto 5 liste che, a loro volta, mettono insieme più di 12 partiti e movimenti. Grazie a questa forza ci sono tutte le condizioni perché Venezia acquisti una nuova governance».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lista Verde Progressista a Castello per la candidatura di Pier Paolo Baretta

VeneziaToday è in caricamento