Forza Italia a sostegno di Brugnaro: «Basta a disfattisti e urlatori: serve visione per il futuro»

A Venezia i tre giovani deputati azzurri Tartaglione, Cattaneo e Perego hanno incontrato i candidati locali. Presenti il sindaco e l'assessore Zuin: «Qui un'esperienza amministrativa straordinaria»

Un incontro con i candidati di Forza Italia all'hotel Papadopoli di Venezia è stato l'occasione per fare il punto sulla campagna elettorale, scambiarsi idee e consigli e lanciare lo sprint finale in vista delle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre. Michele Zuin, assessore al Bilancio e coordinatore regionale del partito, ha invitato in città tre giovani deputati azzurri in qualità di «politici bravi e competenti, persone che lavorano tanto e che danno valore e lustro alla nostra forza politica». Sono Annaelsa Tartaglione, 31 anni, coordinatrice regionale del Molise, Alessandro Cattaneo (41), ex sindaco di Pavia che era stato tra i più giovani e apprezzati in Italia, e Matteo Perego (38), eletto a Pavia in commissione difesa.

Brugnaro: «Niente polemiche, al lavoro per la città»

Alla serata è intervenuto anche il sindaco Luigi Brugnaro, appoggiato da FI alle elezioni, il quale ha ringraziato i presenti e spiegato che non ha intenzione «di mettersi in polemica» con chi lo critica per la scelta di non partecipare ad un confronto pubblico con gli altri candidicati alla guida di Venezia. «Leggerò il post di Baretta, farò le mie valutazioni e deciderò come rispondere - ha detto -, ma questa è gente che mi attacca sempre e che non lavora per il bene di Venezia. Io preferisco impegnarmi al servizio della città».

Esperienze di amministrazione

I tre deputati hanno riepilogato le loro esperienze e dato spunti ai candidati consiglieri presenti. Cattaneo ricorda che fare l'amministratore «è entusiasmante, ma anche logorante e faticoso. Con Brugnaro qui a Venezia c'è stata un'esperienza amministrativa straordinaria che va rilanciata. Lui rappresenta i valori di Forza Italia, non è un professionista della politica ma ha saputo dare uno slancio diverso, con fare imprenditoriale e con una grande carica di passione». Soprattutto, ha detto, «c'è stato un lavoro mostruoso sui conti grazie all'assessore Zuin», oltre che «passi in avanti nella sicurezza, nella tecnologia, nella vivacità della città».

Visione strategica e contatto con gli elettori

Tartaglione ha fatto presente che oggi «ciò che cercano gli elettori è il contatto: vogliono parlare, sono stanchi dei social, degli urlatori, di chi dice solo "no"». Venezia «è l'unica città che è riuscita a far ripartire eventi che sono stati bloccati in tutta Europa, con protocolli rigidi e a norma. Chi amministra questa città ha delle grandi responsabilità, prima fra tutte far ripartire il turismo».

Perego, infine, ha fatto presente che «il nostro partito rispecchia i valori delle persone che credono al progresso e ad una vocazione europeista e internazionale». «La politica - ha detto - ha bisogno di persone competenti, di chi immagina un futuro per i propri figli». «Dobbiamo combattere il degrado sociale - ha concluso - che rispecchia un momento storico che non premia la fatica il sudore, ma l'opportunismo: rispondiamo con ricette  e con una visione strategica».

IMG_20200907_200747-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Zaia contro il Dpcm: «Posso spostarmi in una metropoli e non tra Comuni con meno di 5mila abitanti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Schianto in moto, morto un uomo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento