Politiche differenziate per Venezia, Mestre e Marghera: il programma del candidato Sitran

Gli appuntamenti per la presentazione della lista civica. «Dopo quasi un secolo sarebbe il caso di cambiare nome al Comune di Venezia»

Marco Sitran, candidato sindaco comunali 2020 Venezia

«Abbiamo le soluzioni ai molti problemi che affliggono il territorio, se solo si vuole». Marco Sitran candidato sindaco alle comunali del 20 e 21 settembre mette in fila gli appuntamenti per presentare la sua lista civica e il programma. Cavallo di battaglia per l'avvocato è da sempre la specificità dei territori e la risposta che la politica deve dare. «Dopo quasi un secolo sarebbe il caso di cambiare nome al Comune di Venezia: Venestre? Mestrezia? - scherza Sitran -. Venezia, Mestre e Marghera, per il candidato sindaco, sono realtà diverse «per storia e tradizioni, ma intimamente connesse per legami e relazioni consolidate, oggi centri distinti di un unico Comune, ma che hanno bisogno di politiche differenziate». Due conferenze l’8 settembre, a Venezia all’hotel Ca’ Sagredo e il 15 settembre al 9 Bistrot di Mestre. Il 10 settembre a Burano, l’11 a Murano il 14 al Lido.

La città metropolitana

Mestre, «perde circa 4000 abitanti all'anno, Venezia 1000 - continua Sitran -. Le isole hanno in poco tempo dimezzato il numero dei loro abitanti e lamentano l’inadeguatezza della mobilità. Gigantismo navale e nuovo cemento in gronda lagunare, uniti alla monocultura turistica, annienteranno Mestre, Venezia e Marghera». La soluzione per Sitran sta nella «città metropolitana felice e sicura. All'interno della quale convivano le diverse realtà urbane, tra gli altri comuni (43) della ex Provincia di Venezia. Una città intelligente, che sappia attrarre gli ingenti fondi europei per tutte le infrastrutture necessarie alla riqualificazione ambientale del territorio. Lo sappiamo da decenni - conclude - ma nessuno vuole invertire la tendenza. Siamo morti, ma io credo nella resurrezione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento