Domenica, 21 Luglio 2024
Nuovo primo cittadino / Scorzè

Intervista a Mestriner, nuovo sindaco di Scorzè: «Ora dobbiamo pacificare il paese»

Il primo cittadino non risparmia una frecciatina alla sfidante, la sindaca uscente, e detta la linea: «Ora una squadra di governo giovane e competente»

È stato un turno di ballottaggio forse più combattuto del previsto quello di Scorzè, che ha visto vincere l'ex sindaco - lo è stato dal 2009 al 2019 - Giovanni Battista Mestriner, con il 52,88% dei consensi. Il nuovo primo cittadino ha superato la sfidante, la prima cittadina uscente Nais Marcon, con uno scarto di poco superiore ai 400 voti. Lo abbiamo intercettato a pochi passi dal palazzo del municipio, dove sono cominciati i primi festeggiamenti, a conclusione dello spoglio delle schede.

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

Mestriner, un primo commento sull'esito di questo ballottaggio...

È stata un'elezione veramente contesa. Il risultato non era nell'aria, anzi, perché l'ex sindaca ha voluto fare un'operazione trasformista, portando una parte dei consensi di centrodestra nel centrosinistra. Rischiavano di avere la maggioranza.

Quali sono le priorità per Scorzè ora?

Prima di tutto dobbiamo pacificare il paese. Abbiamo messo in campo un rinnovamento importantissimo negli amministratori comunali, e occorre quindi mettere ora in piedi la squadra di giunta.

Mestriner torna sindaco di Scorzè

Avete già pensato ai componenti?

Sarà giovane, competente e capace. Abbiamo già alcune idee, ma saranno delle scelte tranquille, che ricalcheranno gli esiti elettorali e le preferenze che ci sono state. Poi dovremo lavorare velocemente, per continuare con una serie di progettualità che sono già in piedi.

Ci saranno anche quote rosa?

Certamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervista a Mestriner, nuovo sindaco di Scorzè: «Ora dobbiamo pacificare il paese»
VeneziaToday è in caricamento