menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pellicani capolista per Casson, Pd: "Un segnale di profonda sintonia"

Il candidato sindaco annuncia l'accordo con il suo rivale alle scorse Primarie. Il segretario provinciale del Pd Stradiotto: "Fatto positivo"

"Il capolista nella mia civica sarà il libraio Giovanni Pellizzato, che già si era proposto per le Primarie. Abbiamo capito che spesso diciamo le stesse cose, quindi è stato naturale inserirlo". Ad affermarlo era il candidato sindaco del centrosinistra Felice Casson, durante la conferenza stampa di presentazione della sua campagna elettorale del 3 aprile scorso. A distanza di tre settimane e mezza, però, lo scenario è cambiato radicalmente.

Ennesima conferenza stampa ed ennesimo annuncio: "Il capolista della mia civica sarà Nicola Pellicani". Questo ciò che ha ufficializzato Felice Casson nel tardo pomeriggio di lunedì nella sede elettorale di piazzale Donatori di Sangue: il giornalista della Nuova Venezia si era candidato contro di lui alle Primarie, con il sostegno del Partito Democratico. Alla prova delle urne, però, Pellicani raccolse il 24,2 per cento delle preferenze, mentre il senatore il 55,6 per cento. Più del doppio. "Ovviamente in caso di vittoria io ho già detto più volte che non faccio nomi o indicazioni specifiche in questa fase - ha spiegato il vincitore della consultazione di coalizione - ma è ovvio che il ruolo importante e la competenza che Nicola ha avuto nello studio di Mestre e della città metropolitana è sotto gli occhi di tutti. Credo che sia nell'oggettività delle cose". Una frase che potrebbe preludere (ma in un mese può cambiare tutto) a un possibile ingresso nell'eventuale Giunta di centrosinistra, nel caso in cui le elezioni portassero alla vittoria di Casson.

Alcuni punti interrogativi sono sorti per il fatto che nella lista civica che appoggia il senatore sono presenti persone che hanno criticato aspramente Pellicani, per il fatto di essere stato appoggiato dal Pd e quindi aver rappresentato una sorta di "linea di continuità" con la vecchia amministrazione. Dubbi cui il neo capolista risponde spiegando che lui una tessera di partito non l'ha mai avuta, e che quindi la sua candidatura alle Primarie deve essere considerata come un'iniziativa di un rappresentante della società civile.

La voce di questa possibile quadratura del cerchio circolava da qualche giorno, dopodiché si è raggiunta l'intesa. "Se tutto questo verrà confermato - commenta il segretario provinciale del Pd, Marco Stradiotto - non posso che accoglierlo come un fatto positivo. Un segnale di assoluta sintonia che non può che fare bene alla coalizione". Martedì, invece, sarà la volta della presentazione ufficiale degli altri componenti della lista civica di Felice Casson: "Ci saranno molti esponenti della società civile - aveva spiegato il 3 aprile il senatore - saranno al mio fianco molti giovani e personalità attive nell'ambito dello sport, dell'arte, della cultura, dell'imprenditoria. Sono diversi anche i contatti con il mondo cattolico, con cui condividiamo molti valori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento