rotate-mobile
Diretta

Tutti i risultati delle elezioni in provincia di Venezia

Si sono chiuse alle 23 di domenica 9 giugno le operazioni di voto per le elezioni europee nei 44 comuni della città metropolitana di Venezia. Il partito più votato è risultato Fratelli d'Italia (34,59% in provincia di Venezia, 28,8% in Italia), seguito dal Partito democratico (23,19% in provincia di Venezia, 24,04% in Italia).

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

In 16 comuni veneziani si è votato anche per il rinnovo delle amministrazioni comunali. In tutti i più popolosi - SpineaNoaleScorzè e Portogruaro - si andrà al ballottaggio tra due settimane. Per quelli più piccoli (Annone, Camponogara, Ceggia, Cinto, Cona, Concordia, Fossalta di Piave, Fossalta di Portogruaro, Gruaro, Meolo, Stra, Teglio) è stato deciso tutto al primo turno. Cinto e Teglio hanno eletto fin da subito i rispettivi sindaci, che erano candidati unici.

VeneziaToday.it segue in diretta lo spoglio delle elezioni amministrative, comune per comune, a partire dalle 14 di lunedì 10 giugno.

A Noale la sfida sarà tra Sorino e Dini

A Noale la sfida sarà tra Sorino e Dini

Anche a Noale si va al ballottaggio, al termine di una tornata elettorale molto combattuta. Mai in discussione Stefano Sorino, capace di raccogliere il 36% delle preferenze totali e 800 voti in più rispetto al primo concorrente alla poltrona di primo cittadino. La vera battaglia è stata tra Alessandra Dini e Carlo Fascina: a spuntarla, alla fine, è stata la vicesindaca uscente, che ha sfiorato il 27% dei consensi, a fronte del 24% di Fascina. Michele Celeghin si ferma invece al 12.

Leggi l'articolo completo

Risultati definitivi a Scorzè, sarà ballottaggio tra Mestriner e Marcon

Risultati definitivi a Scorzè, sarà ballottaggio tra Mestriner e Marcon

Sarà ballottaggio anche a Scorzè. Giovanni Battista Mestriner, ex sindaco sostenuto in questa tornata elettorale da tutto il centrodestra, ha ottenuto più del 46% delle preferenze, tante ma non sufficienti per una vittoria al primo turno. La sindaca uscente Nais Marcon, sostenuta da due liste civiche (e dalla sezione locale della Lega, con il partito che invece ha scelto Mestriner) è arrivata al 31,6%. Il candidato del centrosinistra Antonio Losetti si è fermato invece sotto il 22%.

Leggi l'articolo completo

Spinea va al ballottaggio

Spinea va al ballottaggio

A Spinea sarà ballottaggio tra Franco Bevilacqua del centrosinistra e Claudio Tessari del centrodestra. Fuori dai giochi Martina Vesnaver. Bevilacqua - sostenuto da Pd, Azione/Italia Viva, Progetto Spinea ed È tempo - ottiene il risultato migliore, con un largo vantaggio sugli avversari: il 46,91% delle preferenze (5.920 voti) non gli basta, però, per diventare sindaco al primo turno. Tessari (appoggiato da Fratelli d'Italia, Lega, Coraggio Italia e Lista Tessari) ha raggiunto il 30,01%, pari a 3.787 voti. Il sindaco sarà eletto al secondo turno, domenica 23 e lunedì 24 giugno.

Leggi l'articolo completo

Sindaci tutti eletti nei 12 comuni sotto i 15mila abitanti

Si sono concluse le operazioni di spoglio in tutti i comuni veneziani che eleggono il sindaco al primo turno. Tre riconferme a Meolo (Daniele Pavan), Ceggia (Mirko Marin) e Concordia Sagittaria (Claudio Odorico), A Stra è quasi fatta per Andrea Salmaso, che con 6 sezioni scrutinate su 7 è in netto vantaggio sui due sfidanti.

La situazione nei 4 comuni principali

I comuni più popolosi sono in bilico: Giovanni Battista Mestriner (centrodestra) è avanti a Scorzè con 7 sezioni scrutinate su 17, mentre Franco Bevilacqua (centrosinistra) sta vincendo a Spinea, con 14 sezioni su 26. Luigi Toffolo (centrodestra) è in vantaggio a Portogruaro (5 su 27), a Noale se la giocano Stefano Sorino, Alessandra Dini e Carlo Fascina.

Conferme per diversi sindaci uscenti

Si confermano diversi sindaci uscenti: a Camponogara, dove vince Antonio Fusato (centrosinistra); a Cona, con la vittoria di Alessandro Aggio (centrodestra); a Gruaro, con Giacomo Gasparotto (centrodestra, già sindaco più volte). Fossalta di Portogruaro all'insegna della continuità con l'elezione di Annamaria Ambrosio, assessora dell'attuale giunta.

I primi sindaci eletti

I primi comuni a eleggere ufficialmente il sindaco sono Cinto Caomaggiore (Gianluca Falcomer, unico candidato), Fossalta di Piave (Alessandra Sartoretto, centrodestra, con il 51,24%) e Teglio Veneto (Oscar Cicuto, unico candidato). Poco più tardi arriva il risultato di Annone Veneto, dove vince Daniele Carotti con il 61,7% delle preferenze.

Cinto e Teglio superano la prova quorum

Cinto e Teglio superano la prova quorum

Gianluca Falcomer e Oscar Cicuto sono riconfermati nel ruolo di sindaco rispettivamente a Cinto Caomaggiore e a Teglio Veneto: due piccoli comuni al confine con il Friuli nei quali, in queste elezioni amministrative 2024, si era presentato un solo candidato. L'unica variabile era il quorum di affluenza del 40%, al di sotto del quale il voto non è considerato valido. Ce l'hanno fatta entrambi: a Cinto ha votato il 66,92% degli aventi diritto, a Teglio il 65,91%. Leggi l'articolo completo

Voti e preferenze, com'è andata a Venezia e nel Nord-Est

I risultati elettorali nella provincia di Venezia ricalcano solo in parte quelli nazionali. Fratelli d'Italia è largamente il primo partito con il 34,6% dei voti, seguito dal Partito Democratico con il 23,2%. La Lega si ferma all'11% dei voti, restando comunque largamente sopra Forza Italia (a differenza di quanto accaduto a livello nazionale) che arriva al 7,8%. Alleanza Verdi-Sinistra nel veneziano, con il 6,8% delle preferenze, è davanti al Movimento 5 Stelle (6%).

Anche nella circoscrizione Nord-Est la premier Giorgia Meloni ha "cannibalizzato" le preferenze di Fratelli d'Italia, totalizzandone 483 mila, seguita da Elena Donazzan, assessora regionale del Veneto, con 62.745. Nel Pd il capolista Stefano Bonaccini ha conquistato 378.266 preferenze, Alessandro Zan 90.973, e Alessandra Moretti 81.136. Nella lista della Lega, Roberto Vannacci ha ottenuto 139.390 voti.

Leggi l'articolo completo

Elezioni europee, nel comune di Venezia il Pd batte Fratelli d'Italia

Il Partito democratico ottiene 26.047 voti nel comune di Venezia, pari al 28,95% del totale, superando Fratelli d'Italia (24.225 voti, equivalenti al 26,93%). Terzo partito più votato è Alleanza Verdi e Sinistra con il 9,81%; seguono Lega (8,1%), Movimento 5 stelle (7,2%) e Forza Italia (6,26%).

Per quanto riguarda le preferenze, nel comune di Venezia la candidata più votata è Giorgia Meloni (che però non andrà al Parlamento europeo), con 9.484 voti validi, seguita da Stefano Bonaccini (Pd), con 5.157 voti. Il risultato del comune di Venezia è in controtendenza rispetto alla media della città metropolitana e del Veneto, dove Fratelli d'Italia si conferma primo partito: in provincia ha avuto il 34,59% dei consensi, contro il 23,19% del Partito democratico.

«Come Pd siamo estremamente soddisfatti», commenta la segretaria comunale Pd Monica Sambo, rilevando che «in comune di Venezia torniamo ad essere primo partito e, insieme alle altre forze progressiste, rappresentiamo la maggioranza dei veneziani. Il voto europeo non è certo un voto amministrativo - conclude - ma è del tutto evidente come i cittadini abbiano dato un segnale di cambiamento rispetto alle ultime elezioni e a chi oggi governa la città».

Soddisfazione anche da parte della sezione locale di Alleanza Verdi e Sinistra. «È un segnale importante - commentano i portavoce Gianfranco Bettin, Franca Marcomin e Maurizio Enzo - anche per la contemporanea bella prova dell’intera attuale opposizione in consiglio comunale che, con questi voti, sarebbe ora netta maggioranza. Sono, ovviamente, elezioni diverse, con variabili specifiche di cui tenere conto. Ma i risultati sopra la media nazionale delle principali forze del centrosinistra a Venezia indicano che la città ne recepisce il ruolo e le idee».

Europee, Fratelli d'Italia si conferma primo partito

Il centrodestra viene premiato dagli elettori e Fratelli d'Italia si conferma il primo partito: in provincia di Venezia ottiene il 34,59%, seguito dal Pd con il 23,19%. Seguono Lega (11,01%), Forza Italia (7,82%), Alleanza Verdi e Sinistra (6,84%), Movimento 5 Stelle (6,01%) e altri partiti rimasti sotto il 4%. I risultati confermano lo "storico" orientamento di centrodestra del Veneto, con una vittoria di FdI sul Pd molto più netta rispetto alla media italiana (meno di 5 punti percentuali).

Tutti i risultati in provincia di Venezia

Il commento del senatore Raffaele Speranzon (FdI): «Le elezioni europee certificano che il governo Meloni è il più forte d’Europa. Eccezionale successo di Fratelli d’Italia che arriva al 29% in Italia e addirittura al 36% nel Veneto».

I dati dell'affluenza alle ore 19

Alle ore 19 di domenica 9 giugno, per le elezioni europee, nell'area metropolitana di Venezia ha votato il 41,04% degli aventi diritto. Per le amministrative il dato è al 51,28%, con il picco del 57,88% a Teglio Veneto.

Nel solo comune di Venezia, per le europee hanno votato 78.379 elettori su 197.090 aventi diritto, pari al 39,76%. Il prossimo aggiornamento sull'affluenza sarà diffuso alle ore 23, in concomitanza con la chiusura dei seggi.

Amministrative: affluenza alle ore 12 nei Comuni veneziani al voto

Alle ore 12 di domenica 9 giugno, nei 16 Comuni veneziani chiamati a votare per eleggere il nuovo sindaco, la percentuale di affluenza si assesta sul 31,31%, rispetto al 25,01% complessivo della città metropolitana. Nella tabella qui sotto, i dati Comune per Comune.

Europee: alle 12 affluenza in provincia di Venezia al 25,01%

Europee: alle 12 affluenza in provincia di Venezia al 25,01%

Continua a essere molto bassa l'affluenza alle urne: in provincia di Venezia, alle ore 12 di domenica 9 giugno si è recato alle urne il 25,01% degli aventi diritto, a fronte di una media del 26,58 a livello regionale. La città metropolitana fa registrare il terzo dato percentuale più basso a livello regionale: fanno peggio solo Belluno con 22,14 e Treviso con 24,89.

Le percentuali di affluenza sono maggiori nei 16 Comuni veneziani al voto anche per rinnovare le amministrazioni comunali: in questo caso, l'affluenza media si assesta sul 31,31%.

Europee: alle 12 affluenza al 25,38% nel Comune di Venezia

Europee: alle 12 affluenza al 25,38% nel Comune di Venezia

Aggiornamento sull'affluenza nel Comune di Venezia alle ore 12 di domenica 9 giugno: 50.030 elettori su 197.090 aventi diritto, pari al 25.38%, sono andati a votare per le elezioni europee.

I prossimi aggiornamenti sull'affluenza saranno diffusi alle ore 19 e alle 23, in concomitanza con la chiusura dei seggi.

Le elezioni amministrative trainano l'affluenza: i dati nei 16 Comuni veneziani

Le elezioni, come prevedibile, registrano percentuali di affluenza maggiore alle urne nei territori interessati anche dal rinnovo delle amministrazioni comunali.

Alle ore 23 di sabato 8 giugno, nei 16 Comuni veneziani chiamati a votare per eleggere il nuovo sindaco, la percentuale di affluenza si assesta sul 17,74%, rispetto al 13,96% di tutta la città metropolitana. Di seguito i dati Comune per Comune:

Affluenza Europee alle 23 di sabato: 13,96% in provincia di Venezia

Affluenza Europee alle 23 di sabato: 13,96% in provincia di Venezia

Elezioni europee: affluenza bassa alle urne in provincia di Venezia alle 23 di sabato. Il dato si assesta al 13,96%, a fronte di un 14,71% a livello regionale. In Veneto solo Belluno (12,46%) e Treviso (13,79%) fanno peggio. La provincia più virtuosa è Rovigo, con il 15,82%.

Elezioni europee: affluenza bassa a Venezia alle 23 di sabato

Elezioni europee: affluenza bassa a Venezia alle 23 di sabato

Alle 23 di sabato 9 giugno, solo 29.593 elettori su 197.090 aventi diritto, pari al 15,01%, sono andati a votare per le Elezioni europee 2024. A rendere noto il dato il servizio elettorale del Comune, che sta coordinando le operazioni di voto.

I prossimi aggiornamenti sull'affluenza saranno diffusi domani, oggi, domenica 9 giugno, alle ore 12, 19 e alle 23, in concomitanza con la chiusura dei seggi.

VeneziaToday è in caricamento