Regionali 2020

Il candidato presidente Guadagnini: «Zaia molli Salvini e si unisca a noi»

Alla guida del Partito dei Veneti, Guadagnini sarebbe disposto a fare un passo indietro se l'attuale governatore veneto dovesse mollare «i partiti statalisti»

«Sono tutti favorevoli, a parole, all'autonomia, poi quando vanno al Governo non combinano nulla. L'unica maniera per avere l'autonomia è fare un governo territoriale come il Svp (Partito Popolare Sudtirolese, ndr) che non risponda a nessuno se non ai veneti. Se Zaia fa un'operazione del genere io sono disposto a rinunciare alla corsa a candidato presidente per il Partito dei Veneti e a mettere a disposizione il nostro simbolo, ma Luca Zaia dovrebbe mollare la Lega, Fratelli d'Italia e gli altri partiti statalisti. E non lo farà». A dirlo, intervenendo in diretta al "Morning Show" di Radio Cafè, è  Antonio Guadagnini, candidato presidente della Regione Veneto e leader del Partito dei Veneti. La notizia è riportata su PadovaOggi.

«Zaia scarichi Salvini»

Secondo Guadagnini occorre un partito territoriale che sia in grado di dialogare a Roma. Ma non solo: «Serve che Zaia scarichi Salvini: - ha aggiunto Guadagnini - un partito nazionale che va a raccogliere voti in Calabria, in Sicilia e nelle altre regioni non sarà mai in grado di portare l'autonomia in Veneto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il candidato presidente Guadagnini: «Zaia molli Salvini e si unisca a noi»

VeneziaToday è in caricamento