Festival della politica online. Nuova presidente per la Fondazione e il ritorno di Cacciari

Dal 26 al 29 novembre sul tema Politica e Scienza. Tra gli ospiti: David Sassoli, Piero Fassino, Massimo Livi Bacci, Chicco Testa, Giovanni Diamanti

Emanuela Bassetti

Torna il Festival della Politica nella modalità online dal 26 al 29 novembre sul tema Politica e Scienza. La Fondazione Gianni Pellicani rilancia il progetto culturale e ridefinisce i propri organi statutari, con l'elezione di Emanuela Bassetti alla presidenza. Termina così un lungo periodo di transizione, iniziato due anni fa con la scomparsa di Cesare De Michelis.

Festival online: gli ospiti

Quattro giorni di incontri  in diretta streaming sul sito del Festival (www.festivalpolitica.it), sulla pagina Facebook (www.facebook.com/festivaldellapolitica) e sul canale Youtube della Fondazione Pellicani (www.youtube.com/user/FGPellicani), come durante il lockdown della primavera scorsa e che ha raggiunto complessivamente oltre 220 mila visualizzazioni. Parteciperanno David Sassoli, Frans Timmermans (da confermare), Gaetano Manfredi, Massimo Cacciari, Maria Chiara Carrozza, Piero Fassino, Alberto Mantovani, Massimo Livi Bacci, Donatella Di Cesare, Antonio Gnoli, Caterina Resta, Chicco Testa, Giovanni Diamanti, Filippo Sensi, Massimo Donà, Guido Moltedo, Sara Bentivegna, Martina Carone, Matteo Angeli, Antonio Pascale. Il Festival della Politica è come sempre un progetto della Fondazione Gianni Pellicani, in collaborazione con Fondazione di Venezia e M9. Partner sono CeSPI – Centro Studi Politica Internazionale, Marsilio, YouTrend e Ytali.

Nuova presidente

Sul fronte della governance della Fondazione Gianni Pellicani, la scelta della famiglia di nominare Emanuela Bassetti quale presidente. «Riconoscendo il suo lavoro al servizio della città attraverso le attività svolte in Marsilio, Civita Tre Venezie e Fondazione di Venezia - scrive la fondazione - garantisce da un lato il mantenimento del legame con Gianni Pellicani e con il progetto originario della fondazione, dall'altro introduce elementi di innovazione alle attività della fondazione stessa, anche in un momento così complicato come quello che stiamo attraversando». Dopo essere stato il presidente della Fondazione Gianni Pellicani per numerosi anni, senza mai aver comunque interrotto la collaborazione con la fondazione, rientra a far parte del cda Massimo Cacciari. Fanno inoltre parte del consiglio fin dalla nascita i rappresentanti di Comune, Fondazione di Venezia, Università Ca' Foscari, Iuav e Città Metropolitana.

«Sono onorata di essere stata eletta presidente della fondazione - ha detto Emanuela Bassetti - un incarico che mi appresto a svolgere dopo Cesare De Michelis, che molto si è impegnato per valorizzarne al meglio le sue molteplici attività. Per parte mia vorrei proseguire sulla strada intrapresa accentuandone tre aspetti: il ruolo con il territorio e la città di Venezia, facendo sinergia con le realtà culturali più qualificate, l’importanza di approfondire il tema della grande politica novecentesca con M9 inteso come casa del Novecento italiano, il Festival della Politica come occasione di incontro e dibattito tra punti di vista e saperi diversi, anche conflittuali tra di loro».

Il ritorno di Cacciari

«Torno a far parte del cda della Fondazione - ha detto Massimo Cacciari - anche se in realtà non ho mai smesso di lavorare. Ho accettato per sottolineare l'importanza della scelta di indicare Emanuela Bassetti alla guida della Fondazione, che consentirà di rilanciare il piano delle attività e del Festival della Politica che già l'anno prossimo riproporremo nelle piazze della città, con un progetto rinnovato». 

«Mi fa molto piacere che Emanuela Bassetti sia la nostra nuova presidente e Massimo Cacciari torni nel consiglio di amministrazione - ha commentato il segretario Nicola Pellicani - Per la prima volta c'è una donna competente e di grande capacità in campo culturale alla guida della fondazione. Sono convinto sia importante lavorare con continuità proponendo progetti culturali di qualità anche in questi mesi segnati dall'emergenza Covid. In attesa di poter tornare ad animare le piazze della città, il Festival online rappresenta un'occasione di approfondimento: i problemi verranno discussi in modo serio e approfondito con l'unico obiettivo di offrire un contributo alla comprensione delle grandi trasformazioni in atto nel mondo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento