Politica

Il Pd a Venezia ha un nuovo segretario: eletto il candidato unico Giorgio Dodi

Al congresso di sabato mattina al Cinema Dante di Mestre il cambio di testimone con Maria Teresa Minotto. L'onorevole Rosato: "Venezia speciale, merita un'attenzione particolare"

Il Partito Democratico ha un nuovo segretario comunale, che prende il posto di Maria Teresa Menotto: il congresso di sabato mattina, che ha avuto luogo al cinema Dante di via Sernaglia, ha eletto all'unanimità (il candidato era unico) Giorgio Dodi. "Siamo una comunità forte che si confronta e decide insieme", ha commentato il deputato Dem, Ettore Rosato: "Venezia è una città speciale che merita e ha bisogno di un'attenzione particolare".

Baretta: "Ora sguardo al futuro"

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta: "Un grazie a Maria Teresa Menotto per il lavoro fatto che ci consente oggi di porci questi obiettivi ambiziosi che vogliamo perseguire - ha dichiarato in un tweet - Un buon inizio di mandato quello del nuovo segretario del PD cittadino, Giorgio Dodi, con una relazione ricca di contenuti e di progetti per Venezia e con la sua elezione unitaria". L'incoronazione del 42enne, direttore generale della vetreria Murano Arte di Calle San Cipriano, era stata anticipata dal segretario metropolitano Gigliola Scattolin, che a inizio novembre aveva sottolineato l'importanza di poter contare su una candidatura unitaria: "E' un segnale di forza e maturità del nostro partito", aveva dichiarato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd a Venezia ha un nuovo segretario: eletto il candidato unico Giorgio Dodi

VeneziaToday è in caricamento