Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grandi navi, a tre giorni dalla manifestazione No Nav Cgil chiede compatibilità a Porto Marghera

Il segretario della Camera del Lavoro di Venezia, Enrico Piron e il parlamentare veneziano del Pd, Nicola Pellicani, chiedono risposte sulle stazze in laguna, rivolgendosi al ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli

 

Commemorazione mercoledì, allo storico capannone del Petrolchimico di Marghera, della scomparsa del sindacalista Cgil e assessore comunale, Bruno Filippini. Sul futuro dell'area e sulla soluzione delle navi a Porto Marghera sono intervenuti il segretario della Camera del Lavoro Metropolitana di Venezia, Enrico Piron, e il parlamentare veneziano del Pd, Nicola Pellicani.

Il sindacato

"Futuro produttivo e sostenibilità ambientale sono temi che stanno a cuore non solo al sindacato, ma anche alle imprese e alla politica - ha detto Piron -. Fuori le navi dalla laguna, ma dobbiamo salvaguardare le attività presenti e quelle future dell'area di Porto Marghera. Chiediamo direttrici di sviluppo che rispettino lavoro e ambiente».

La politica

«Il ministro Toninelli era d’accordo con la proposta del terminal delle navi a Porto Marghera - dice Pellicani - come indicato dal comitato del novembre 2017, poi ha fatto sapere che non lo era più. Toninelli deve mettersi d'accordo e parlare con le istituzioni, il Comune, la Regione, l'Autorità Portuale». E sulla manutenzione delle paratoie del Mose, spiega il parlamentare Pd: «Il cantiere è fermo da un anno. Ho presentato una richiesta per un’analisi dei costi benefici sulla manutenzione all'Arsenale piuttosto che a Porto Marghera, che si scopre essere già stata fatta tre anni fa. Credo che la parola trasparenza non si sposi ancora bene con la parola Mose».

Il comitato No Grandi Navi ha organizzato due giorni, sabato e domenica, di giochi d'acqua contro le grandi navi e le grandi opere. Domenica i No Nav manifesteranno tra le Zattere e la Giudecca, dalle 16, quando cioè è previsto che salperanno alcune grandi navi da crociera, tra cui la Msc alle 16.30, e altre fino alle 20.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento