rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

I soldi promessi non arrivano, Comune tentato di pignorare quelli del Cipe

Cinquanta milioni di euro mancano all'appello. Sono quelli previsti dalla Legge Speciale. Intanto la manutenzione del centro storico boccheggia, senza risorse. Si avvicina la strada del tribunale

Una promessa è una promessa. E in questo caso non viene mantenuta. Per questo l'estrema ratio sarà il pignoramento. Non è la prima volta che il sindaco Giorgio Orsoni si scaglia contro il governo, reo di non stanziare i soldi derivanti dalla Legge Speciale che spettano a Venezia. Cinquanta milioni di euro, preziosi in tempi di vacche magre per la manutenzione della città più fragile del mondo. In più manca all'appello quel 15 per cento dei 630 milioni di euro deliberati con il voto favorevole del Comitatone. Quelli, infatti, non sarebbero douti finire alla realizzazione del Mose, ma alle opere di scavo e salvaguardia dei rii.

Il sindaco Giorgio Orsoni, ieri a Roma per la manifestazione dell'Anci contro i tagli della spending review nei confronti del Comune, ha approfittato della vicinanza con i palazzi del potere per far presente che se i soldi non saltano fuori si ricorrerà al giudice. A Ca' Farsetti si è persa la pazienza, in attesa dei 50 milioni di euro e anche dei 60 previsti in futuro, necessari e urgenti.

L'ultima spiaggia? Il pignoramento. Se segnali concreti non se ne vedranno in tempi brevi, e per ora nulla di nuovo si scorge all'orizzonte, si aprirà la strada del tribunale. Perché il Cipe stanzia risorse solo per le grandi opere e il Mose ha assorbito tutte le risorse della salvaguardia. Di conseguenza in centro storico le opere di manutenzione di strade, ponti, canali ed edifici latitano. Insula spa, la società creata dal Comune, è in crisi, con operatività minima. Anche le imprese edili cittadine cadono quindi sotto i colpi della mancanza di liquidità.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I soldi promessi non arrivano, Comune tentato di pignorare quelli del Cipe

VeneziaToday è in caricamento