rotate-mobile
Politica

Il patriarca al fianco dei lavoratori: "La crisi non diventi anche sociale"

Monsignor Moraglia, intervenuto per il 150esimo anniversario della Corte dei conti ha sottolineato che "l'economia deve recupera il legame con l'etica. Prima i diritti della persona"

"L'attuale perdurante crisi finanziaria ed economica chiede a tutti di vigilare affinché il tessuto sociale non sia ulteriormente lacerato. Guai, infatti, se la crisi da finanziaria ed economica si mutasse in crisi sociale". Lo ha ribadito monsignor Francesco Moraglia, patriarca di Venezia, in un messaggio alla Corte dei Conti di Venezia, che oggi festeggia il 150esimo anniversario di fondazione. Secondo il patriarca, "urge quella saggezza antropologica e culturale che ispiri, attraverso un nuovo orizzonte di senso, il buon vivere delle persone e delle comunità".

Moraglia ha confermato che "in questo la dottrina sociale della Chiesa è da sempre impegnata e - in termini di vera e autentica laicità - propone una riflessione che, a partire dalla fede e dalla ragione, sia attenta al bene comune, ai diritti della persona e alle relazioni tra gli uomini in un corretto rapporto con i beni, non ultimo l'uso del denaro soprattutto se pubblico''.

Tutti sono chiamati a dare il loro contributo, ha insistito Moraglia, e, fra essi, ''la Chiesa avverte tale responsabilità, sentendosi impegnata a offrire il suo contributo alla comunità civile, e lo fa proponendo, soprattutto ai giovani, quei valori personali e sociali che, con troppa disinvoltura, sono stati messi da parte mentre costituiscono una vera possibilità di rinnovamento".


L'impegno educativo delle nuove generazioni "è fondamentale sia per la comunità ecclesiale sia civile''. Si tratta di riaffermare, per Moraglia, ''il primato della persona, l'attenzione al bene comune attraverso i principi della solidarietà, della sussidiarietà e, non ultimo, della destinazione universale dei beni''. In questa prospettiva ''va recuperato l'intrinseco legame fra etica ed economia"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il patriarca al fianco dei lavoratori: "La crisi non diventi anche sociale"

VeneziaToday è in caricamento