Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Livello arancio a Venezia. Giù la qualità dell'aria, Bettin: «Mancano azioni forti»

Il superamento per oltre 4 giorni consecutivi del livello delle polveri sottili Pm10 consentito (50 μg/m3 da non superare più di 35 volte all'anno). Il consigliere: «Politica irresponsabile»

Livello 1 "Arancio" a Venezia registrato da Arpav (Agenzia della potezione ambientale del Veneto) per il peggioramento della qualità dell'aria. Per più di 4 giorni consecutivi il livello consentito delle polveri sottili (Pm10: 50 μg/m3, da non superare più di 35 volte all'anno) è andato oltre la soglia di attenzione. Oggi, martedì 23 febbraio, sono scattate le misure del blocco del traffico per i ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, le auto a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e i veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3. «L’inerzia dell’amministrazione aggrava la situazione di salute e ambiente», tuona il consigliere comunale Gianfranco Bettin di Verde e Progressista.

«Come denunciato anche dal rapporto annuale di Legambiente, le politiche dell’amministrazione cittadina e di quella regionale, la mancanza di azioni forti e su scala adeguata (quantomeno regionale, dunque) stanno aggravando la situazione, con pesanti conseguenze per la salute e per l’ambiente. Un atteggiamento irresponsabile e nocivo che va superato al più presto - continua Bettin - Serve una strategia all’altezza della complessità e gravità del quadro attuale, serve favorire con ogni sforzo, anche in sede locale, la transizione ecologica. Una irrinunciabile e urgente necessità per l’ambiente e per un’economia davvero capace di futuro e di incidere vitalmente sul presente».

Schermata 2021-02-23 alle 11.17.28-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livello arancio a Venezia. Giù la qualità dell'aria, Bettin: «Mancano azioni forti»

VeneziaToday è in caricamento