Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Insula, il Consiglio comunale approva il nuovo assetto

La società perde i lavori pubblici che passano a Veritas e si specializza nella residenza, nei bandi, nella ristrutturazione e assegnazione delle case pubbliche. Tra le approvazioni della seduta del 15 luglio il completamento della ciclopedonale da Favaro a Tessera

La sede di Veritas a piazzale Roma

Il Consiglio comunale nella seduta di oggi, giovedì 15 luglio, ha approvato, con 33 voti favorevoli e 2 contrari, la nuova riorganizzazione della società partecipata Insula spa. Sarà "braccio operativo strategico" dell'amministrazione comunale nella gestione delle politiche della residenza e, come deliberato con l'approvazione di un emendamento, eserciterà alcune delle funzioni proprie nel campo delle politiche abitative. Insula infatti provvederà a cedere a Veritas il ramo d'azienda "lavori pubblici" per un valore complessivo di 2 milioni e 150 mila euro con le 51 commesse attualmente in capo a Insula, ad eccezione dei due cantieri aperti a Forte Marghera (Casermette) che saranno internalizzati dall'amministrazione al termine della fase progettuale. 

Attualmente Insula è partecipata al 72,133% dal Comune, al 24,73% da Veritas, al 2% da Avm e all'1,13% da Ive Srl. Con questa delibera il Consiglio comunale approva la riorganizzazione societaria e l'uscita dal capitale sociale di Insula di Veritas e Avm con la conseguente modifica dello Statuto. La cessione del ramo d'impresa comporterà da parte di Insula la liquidazione delle azioni detenute da Avm e Veritas per un importo per singola azione pari a 12,3448 euro e per un valore complessivo di 91.499,66 euro per Avm e 1.131.524,37 euro per Veritas. La nuova compagine sociale sarà la seguente: 

Schermata 2021-07-15 alle 23.03.00-2
Nel corso della seduta è stata anche approvata all'unanimità una mozione con la quale si impegna la giunta comunale a favorire la ripresa di pubblicazioni di approfondimento sulle principali tematiche della manutenzione urbana della città d'acqua per accrescere le competenze tecniche dei professionisti e una divulgazione e condivisione con un'ampia fascia della popolazione di contenuti ed elementi tecnci ritenuti importanti.

ll Consiglio ha anche approvato, con 36 voti favorevoli, sulla base anche delle controdeduzioni alle osservazioni presentate, il testo definitivo della delibera riguardante la Variante 60 per il completamento del collegamento ciclopedonale da Favaro a Tessera. La pista ciclopedonale ha un costo previsto di 1.800.000 euro, finanziato dal “Patto per lo Sviluppo”, sottoscritto nel 2016 col governo. L'intervento prevede la realizzazione di un percorso lungo via Triestina, che collegherà la pista ciclabile di via Vallenari, a Favaro, a quella esistente che corre dinazi la scuola primaria a Tessera: in totale 2,2 nuovi chilometri di percorso su un sedime autonomo e sempre separato da quello riservato alle auto.

Via libera anche al parcheggio esterno a sussidio di un'attività artigianale e commerciale a Zelarino, con 34 voti favorevoli e 1 non votante. La ditta, meglio conosciuta come Foltran Service, ha chiesto l’attivazione della procedura di Sportello Unico al fine di ampliare lo spazio scoperto dove poter esporre e parcheggiare temporaneamente le auto in vendita nonché i veicoli in attesa di riparazione presso l’officina meccanica. Il progetto è stato sottoposto a verifica di assoggettabilità a Vas (Valutazione Ambientale Strategica) sulla quale la Commissione regionale ha espresso parere favorevole. L'intervento comporterà un beneficio da corrispondere all'amministrazione comunale pari a 25,634,29 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insula, il Consiglio comunale approva il nuovo assetto

VeneziaToday è in caricamento