rotate-mobile
Politica

"Gay Pride a Venezia? Buffonata. Elton John è solo un arrogante"

Il sindaco di Venezia Brugnaro intervistato da Repubblica: "Non sono omofobo, ho amici gay". Duro attacco al sottosegretario Borletti Buitoni

Il Gay Pride a Venezia l'anno prossimo? "Quella è una buffonata, il massimo del kitsch. Vadano a farla a Milano oppure sotto casa sua". La stampa nazionale  continua a essere interessata alla querelle riguardante il pensiero del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro su omosessuali e teoria gender in genere. E lui, come ormai ha abituato tutti, non si tira indietro. Ribadendo per l'ennesima volta il concetto in maniera piuttosto diretta. Dopo che martedì era stata pubblicata una sua intervista su La Stampa, ora è il turno di Repubblica.

LA RISPOSTA: "ALLORA IL GAY PRIDE LO FAREMO A VENEZIA"

All'inviata Anna Longo il primo cittadino lagunare ha subito parole dure nei confronti del sottosegretario ai Beni culturali Ilaria Borletti Buitoni: "Come si permette questa signora con i due cognomi, che certo non ha mai lavorato in miniera, di disquisire su dove devono passare o non passare le Grandi Navi? Prima parli con me, con il sindaco di Venezia, e poi dica la sua - afferma Brugnaro -. Noi, le navi bianche, le vogliamo, non passeranno più dalla Giudecca ma faranno un percorso diverso. Qui si tratta di salvare 5000 posti di lavoro! Non ce ne facciamo niente delle idee balzane del sottosegretario con i due cognomi. Attenti che porto tutti in piazza. Mi sono rotto le scatole dei soloni, basta con le gente che parla senza conoscere". Parole cui il sottosegretario controbatte con un tweet: "Ci sono persone i cui insulti sono stelle di merito! #Venezia".

I nodi del contendere con l'esponente del Governo sono due: le navi da crociera e il turismo di massa. Sul primo punto Borletti Buitoni ha dichiarato che secondo lei non si dovrebbe scavare alcun nuovo canale, mentre Brugnaro la pensa diversamente: punta tutto sullo scavo del Vittorio Emanuele con il progetto delle Tresse. Sul turismo l'esponente del Governo ha annunciato la possibilità di un intervento dell'Esecutivo con un progetto per la gestione dei flussi che potrebbe prevedere l'ingresso su prenotazione in piazza San Marco. Inevitabile poi un commento sulla querelle estiva riguardante i libri gender e la polemica con Elton John. Anche su questo il sindaco non arretra per nulla: "Lui è un arrogante che da tre anni non mette piede a Venezia. Se permette, ai nostri figli ci pensano i genitori. La famiglia con due donne e il bambinetto è innaturale. Ma non sono omofobo, ho amici gay". Mister Umana a Repubblica non nasconde la propria simpatia per Renzi, nonostante sia stato eletto con l'appoggio di partiti di centro-destra: "Non facciamo riforme da trent'anni. Adesso c'è un ragazzo che cerca di farle. Io tifo Renzi, tifo perché ci riesca".

LA REPLICA DI BORLETTI BUITONI - Il sottosegretario del ministero dei Beni culturali e del Turismo si dice dispiaciuta che il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, nell'intervista a 'la Repubblica', "abbia ritenuto non di rispondere nel merito degli argomenti sollevati nei miei interventi ma di ricorrere all'insulto personale" riguardo alle questioni legate ai flussi turistici nella città lagunare. "Avevo denunciato da tempo, soprattutto in previsione di Expo - rileva -, il problema dei flussi turistici e di una gestione che fosse adatta alla città di Venezia, alla sua fragilità e alla sua dimensione, e che tenesse in considerazione la vita dei residenti. Allora la città non aveva un'amministrazione ed era travolta dai problemi: oggi ce l'ha. Peccato che invece di scegliere un confronto costruttivo si sia scelto di non rispondere, e che il sindaco abbia ritenuto giusto denigrare chi nel mondo ama Venezia e ne ha a cuore la sorte. Il capoluogo lagunare - sottolinea - è un patrimonio mondiale e l'afflusso turistico incontrollato e giornaliero è devastante e non porta sviluppo né occupazione. Questa è oggi la realtà, e la risposta di un primo cittadino non può essere solo di ribadire la decisione di un nuovo scavo nella laguna per un canale abbastanza largo per far passare le grandi navi".

NEL POMERIGGIO TWEET DI BRUGNARO - "Non c'è alcun pensiero o atteggiamento contro la comunità omosessuale", ha scritto il primo cittadino sul social network.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gay Pride a Venezia? Buffonata. Elton John è solo un arrogante"

VeneziaToday è in caricamento