menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caos Lega Nord, il partito chiede le dimissioni di Da Villa: "C'ha messo in imbarazzo"

"È inaccettabile", ha spiegato Vallotto. L'assessore al Commercio non ha difeso le posizioni del partito sull'ammissibilità del referendum sulla separazione Venezia-Mestre

La Lega Nord chiede le dimissioni di Francesca Da Villa, assessore al Commercio del Comune di Venezia. Come riportano i quotidiani locali, la sua colpa principale è stata quella di uscire dalla seduta nel momento del voto sulla delibera contro il referendum sulla separazione tra Venezia e Mestre, alla quale il sindaco di Venezia vuole mettere i bastoni tra le ruote, e invece dichiarato ammissibile dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia e supportato dal direttivi provinciale del suo partito.

Il primo cittadino lagunare vuole ricorrere al Tar, ma a quanto pare nella sua coalizione non tutti la vedono allo stesso modo. Da una parte, quindi, il sindaco avrebbe preteso il "sì" dell'assessore, dall'altra la Lega, invece, favorevole alla separazione, avrebbe preteso il "no" al voto. Ecco perché la decisione della "titolare" del Commercio ha scontentato entrambe le parti.

Se tutto è nato dalla sfuriata di Brugnaro, che aveva minacciato di ritirare le deleghe all'assessore e a Luciana Colle, la vicesindaco, se avessero votato contro, hanno fatto seguito anche le pretese del Partito, sollecitandone le dimissioni, anche se questo significherebbe uscire dalla maggioranza. Lo stesso coordinatore provinciale del partito, Sergio Vallotto ha spiegato la gravità della decisione di Da Villa. "È inaccettabile - ha spiegato - che non abbia difeso in giunta una delibera, come quella per il referendum di separazione di Venezia-Mestre, che in Regione porta la firma del nostro consigliere Alberto Semenzato, e che ha ricevuto il voto di legittimazione della Regione Veneto". Parole forti di Vallotto, che spiega come l'assessore abbia messo in imbarazzo la Lega. "Le sue dimissioni sono dovute".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento