menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto del Palais Lumiere

Il progetto del Palais Lumiere

Torre Cardin, ambientalisti del Lido: "Come mai non si parla di Via e Vas?"

Il portavoce delle associazioni Salvatore Lihard ha inviato una lettera alla Direzione regionale urbanistica e paesaggio del Veneto: "Chiediamo se siano stati presi in considerazione"

Come mai non si parla per il Palais Lumiere di Pierre Cardin a Marghera di Via (Valutazione di impatto ambientale) e di Vas (Valutazione ambientale strategica)? In una lettera indirizzata alla Direzione regionale urbanistica e paesaggio del Veneto, il portavoce del Coordinamento associazioni ambientaliste del Lido di Venezia Salvatore Lihard "chiede a codesta direzione, in quanto responsabile del procedimento, se tali aspetti siano stati esaminati e con quale esito".

Lihard trova sorprendente come, a proposito della 'Torre' che si vorrebbe costruire a Marghera, "emergano considerazioni diverse dal punto di vista paesaggistico e urbanistico, in mancanza tuttavia di un organico quadro di riferimento". La lettera indica quindi nello specifico le indicazioni legislative appropriate per valutare correttamente l'impatto e le finalità della colossale creatura di Cardin.

Nella lettera, indirizzata per conoscenza al sindaco di Venezia, Lihard afferma che non emerge "neppure dalla deliberazione del Consiglio comunale di Venezia che ha autorizzato il sindaco a sottoscrivere l'accordo di programma e neppure dal cronoprogramma reso pubblico dal proponente, alcuna considerazione circa la necessità della verifica di assoggettabilità a Via (Valutazione di impatto ambientale) che per le dimensioni dell'intervento appare dovuta per quanto dispone il testo unico ambientale".

Per il Coordinamento, in particolare, l'allegato IV 'Progetti sottoposti alla verifica di assoggettabilità" di competenza delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano individuerebbe "le categorie nelle quali potrebbe ricadere l'intervento: 'progetti di riassetto o sviluppo aree urbane all'interno di aree urbane esistenti che interessano superfici superiori a 10 ettarì o 'parcheggi di uso pubblico con capacità superiore a 500 posti auto. Neppure risulterebbe emergere la necessità di una verifica di assoggettabilità a Vas - prosegue il portavoce - per quanto dispone il citato Testo Unico Ambientale per l'intervento in parola che assume le caratteristiche di piano urbanistico che determina l'uso di una piccola area a livello locale". (ANSA)

 

IL "PALAIS LUMIERE" DI CARDIN

MASSIMO CACCIARI "Torre Cardin? Orribile, ma a caval donato non si guarda in bocca"

SINDACO ORSONI BIS "Non siamo schiavi del primo Paperon de' Paperoni che passa"

SINDACO ORDONI "Noi non profaniamo la città"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento