menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Niente "Salva Venezia", il sindaco Orsoni scrive a Giorgio Napolitano

Il primo cittadino chiede un incontro col Capo dello Stato per spiegare la realtà di Ca' Farsetti. Il 10 gennaio potrebbe arrivare l'ok dal governo

Una lettera per chiedere un incontro urgente con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Per spiegare che la realtà veneziana ha caratteristiche proprie e che non è colpa degli amministratori locali se il patto di stabilità non potrà essere rispettato. Non che il Capo dello Stato non conosca la realtà lagunare.

Fatto sta che il sindaco Giorgio Orsoni in questi giorni, come riporta La Nuova Venezia, ha preso carta e penna per chiedere di parlare urgentemente con Napolitano. Dopo l'estromissione del "Salva Venezia" dal decreto Milleproroghe, infatti, Ca' Farsetti si trova a fare i conti con un possibile taglio degli stipendi dei dipendenti pubblici, con il blocco dei mutui e quindi degli investimenti, delle assunzioni. Un terremoto destinato a rientrare, visto che il presidente del Consiglio Enrico Letta ha comunque dichiarato che il "Salva Venezia", in cui vengono alleggerite le sanzioni cui verrà sottoposto il Comune, verrà approvato all'interno del primo atto di governo utile. Con ogni probabilità il 10 gennaio prossimo.

Intanto, però, bisogna operare come se nessun ok sia arrivato da Roma. Perché nel giro di 24 ore lo scenario è cambiato radicalmente: dopo il pressing del sindaco Orsoni, infatti, era stato annunciato che Venezia ce l'aveva fatta. Grazie al "Milleproroghe" nessun blocco delle assunzioni e stipendi dei dipendenti salvaguardati. Poi la decisione del presidente Napolitano di indurre il Governo a estromettere tutti i provvedimenti che non riguardavano il Milleproroghe. Vittima della ghigliottina anche Ca' Farsetti. Però c'è ancora tempo per rimediare. Se nella Capitale manterranno la parola data.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento