menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Lega Nord sbarca a Venezia, sarà "ondata verde" in riva Sette Martiri

Domenica la festa dei Popoli padani torna dopo i problemi dei mesi scorsi che aveva portato il Carroccio a rinviarla. In arrivo tre pullman dalla Lombardia e oltre 2mila auto per gli organizzatori

Dopo la "ramazzata" causa scandali in salsa Carroccio, la Lega Nord torna a Venezia. Eliminati i riti padano-celtici del recente passato - dal Monviso alla Laguna via Po con ampolla - in Riva dei Sette Martiri si parlerà del Nord secondo la linea del nuovo segretario Roberto Maroni. "Prima il Nord", questo lo slogan della manifestazione, vedrà sul consueto pontone galleggiante adibito a palco salire, tra i tanti, Roberto Calderoli, il presidente Umberto Bossi, il segretario della Liga Flavio Tosi e lo stesso Roberto Maroni che, intorno alle 13, terrà il discorso conclusivo.

Attesi amministratori, a cominciare dal presidente della Regione Luca Zaia, da tutto il Nord. Secondo fonti di via Bellerio per "Prima il Nord", infatti, arriveranno tre treni speciali - da Milano, Bologna e Trieste - ben 269 pullman (26 in più dello scorso anno) e oltre 2mila auto porteranno a Venezia aderenti e simpatizzanti, in modo autonomo, dalla Lombardia.


In laguna ci saranno, poi, almeno due motonavi che faranno giungere i simpatizzanti del Carroccio via mare. Per la festa della Lega, l'organizzazione, oltre al consueto palco su pontone, ha attrezzato Riva dei Sette Martiri con 47 stand: dal punto di ristoro all'accesso vip, fino allo spazio per ogni singola rappresentanza provinciale nonché per il mondo dell'associazionismo padano. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento