rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

La "carica" dei sindaci a Venezia: "Il 24 maggio faremo sentire la nostra voce"

Il primo cittadino di Torino Piero Fassino, tramite una nota postata sul sito dell'Anci, prepara il terreno per la manifestazione che coinvolgerà i suoi "colleghi" italiani nel capoluogo lagunare

Il 24 maggio a Venezia si riverseranno gran parte di quei primi cittadini che si sono schierati contro il Patto di stabilità, che sta mettendo in difficoltà le casse di molte amministrazioni locali. Comprese quelle veneziane. "Nel capoluogo lagunare vogliamo far sentire la nostra voce, che è una voce corale", scrive il primo cittadino di Torino Piero Fassino sul sito dell'Anci, l'associazione nazionale dei Comuni italiani.

"I sindaci sostengono tutti la stessa piattaforma, al di là del partito politico di appartenenza, una piattaforma incentrata sulla rivendicazione di un ruolo dei Comuni che purtroppo in questi anni è stato compresso e sacrificato". Nella manifestazione verranno coinvolti sindacati, imprese e cittadini per spiegare le difficoltà dei bilanci locali.

I sindaci scenderanno in piazza per avanzare alcune richieste al governo Monti, a cominciare dalla revisione dell'Imu "perché - spiega Fassino - pensiamo che così com'é stata configurata è penalizzante per i Comuni".


Ma a Venezia i primi cittadini chiederanno ancora una volta che siano rimossi i vincoli del Patto di stabilità, che il primo cittadino di Torino ha definito "miope, perché non distingue - ha detto - la spesa corrente da quella per investimenti. Non vogliamo dilatare la spesa corrente - ha aggiunto - perché questo significherebbe aggravare il debito, invece vogliamo poter spendere per fare investimenti, per creare lavoro, aprire cantieri, mobilitare energie, capitali e tecnologie utili per la crescita del Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "carica" dei sindaci a Venezia: "Il 24 maggio faremo sentire la nostra voce"

VeneziaToday è in caricamento