menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mattarella convoca Draghi, l'entusiasmo di Brugnaro: «Grandissima scelta!»

Il primo cittadino di Venezia ha lasciato ad un post su Twitter tutta la sua soddisfazione per la presa di posizione del presidente della Repubblica

«Grandissima scelta! Draghi! Finalmente...ha vinto Renzi e forse adesso si cambia musica...grande Mattarella! Incrociamo le dita... tifiamo Italia». Così il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha testimoniato la sua soddisfazione, ieri sera a mezzo social, per la decisione del presidente della Repubblica di assegnare a Mario Draghi, ex presidente della Bce (Banca centrale europea), il compito di provare a  formare un nuovo Governo.

Draghi è stato convocato al Quirinale alle 12 di oggi, mercoledì 3 febbraio, da Mattarella, atto formale con cui sarà incaricato di porre le basi per la creazione di un esecutivo, al quale dovrà essere votata la fiducia alla Camera e al Senato. «Chiedo a tutte le forze politiche responsabilità, - ha commentato ieri sera il capo dello Stato - e di sostenere un Governo di unità nazionale. L'alternativa sarebbero solo elezioni anticipate, lasciando tuttavia il Paese per un lungo periodo nell'incertezza». Il presidente della Repubblica dopo aver registrato il fallimento del mandato esplorativo del presidente della Camera Roberto Fico ha osservato che a questo punto esistono due vie: quella di un incarico diretto o del voto.

Entro un tempo congruo Draghi si presenterà con la sua squadra di ministri al Quirinale per il giuramento (a meno che il suo tentativo non fallisca) e poi dovrà andare alla Camera e al Senato per ottenere la fiducia esponendo il suo programma. Anche se gli venisse negata, dopo il giuramento il premier resterebbe comunque in carica per gli affari correnti fino alla eventuale formazione di un nuovo esecutivo o, in caso di elezioni anticipate, fino alla nascita del nuovo governo dopo il voto.

Visti i tempi tecnici necessari per una campagna elettorale e per l'incarico di un Governo dopo l'insediamento delle nuove Camere, sarebbe comunque Draghi a scrivere il piano italiano per il Next generation Ue. A meno che, ma l'ipotesi ad oggi pare più che improbabile, Mattarella non decida di togliergli l'incarico per conferirlo a un altro. O di portare il Paese alle elezioni anticipate se il Governo non dovesse ottenere la fiducia del parlamento. In quel caso una data possibile è quella di aprile 2021. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento