rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Politica Noale / Piazza Castello

Mediazione civile, il Comune di Noale apre il proprio Municipio

Firmato un protocollo d'intesa con la Camera di commercio. Da lunedì la sala Giunta anche per dirimere controversie: "Giustizia vicino ai cittadini"

"La giustizia arriva sotto casa dei cittadini". Un annuncio controcorrente, proprio nei giorni in cui la riforma Severino dà il "la" all'accorpamento dei tribunali. A sottolinearlo venerdì la presidente della Camera Arbitrale di Venezia Patrizia Chiampan, prima di prendere la penna e firmare assieme al sindaco di Noale Michele Celeghin e il consigliere della Camera di commercio lagunare Ennio Gallo (in rappresentanza del presidente, Giuseppe Fedalto) un protocollo d'intesa con cui il Comune si impegna a fornire una sede "idonea" per gli incontri di mediazione civile, dopo che quest'ultima è stata resa obbligatoria dal Governo in caso di controversie civili.

Tradotto: per cause su eredità, testamenti, condomini, affitti, risarcimenti e molto altro (non per l'infortunistica stradale però) non servirà fare armi e bagagli e raggiungere una sede della Camera Arbitrale a Venezia, Mestre o Marghera. Il lunedì e il mercoledì mattina, dalle 9 alle 13, la sala Giunta del municipio della città dei Tempesta è a disposizione, gratis.

"Diventerà un punto di riferimento per tutto il Miranese - sottolinea il sindaco Michele Celeghin - Da lunedì il servizio sarà già attivo". Con ogni probabilità gli appuntamenti non andranno deserti, visto e considerato che nel 2012 le domande di mediazione depositate alla Camera Arbitrale di Venezia sono state 916 e senza lo stop della Corte Costituzionale sarebbero state molte di più. Per avviare l'iter basta scaricare un modulo dal sito della Camera di Commercio o della Camera Arbitrale, compilarlo e inviarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mediazione civile, il Comune di Noale apre il proprio Municipio

VeneziaToday è in caricamento