Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bussetti e Zaia sul certificato Isee: «Veneti e non veneti devono rispettare la legge»

«Il Veneto non è Lodi - ha detto Zaia riferendosi al bonus libri - cercheremo di andare incontro a tutti, accetteremo le autocertificazioni in attesa che arrivino i documenti»

 

Martedì alla scuola grande di San Rocco a Venezia il ministero dell’Istruzione e della Ricerca Marco Bussetti e la Regione Veneto, con il presidente Luca Zaia, hanno firmato l'intesa che prevede percorsi di formazione rivolti a docenti e studenti su temi e didattiche al fine di sviluppare lo studio e la conoscenza della storia e della cultura del Veneto in tutte le scuole del territorio regionale, di ogni ordine e grado.

Personale docente

Sulla copertura dei posti vacanti nelle scuole, personale docente, dirigente e amministrativo, il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha fatto sapere che firmerà domani un decreto «per una procedura concorsuale rivolta agli insegnanti magistrali, mentre per i dirigenti - ha aggiunto - cercheremo di averli tutti in servizio al termine di questa procedura concorsuale, a inizio settembre 2019».

Cultura e storia veneta

In sala c'erano anche gli studenti dell’istituto tecnico turistico “Francesco Algarotti”. Regione e Ministero hanno concordato di costituire una commissione paritetica che selezionerà i ‘formatori’ e valuterà le proposte formative rivolte agli insegnanti del Veneto. Il Ministero si è impegnato a mettere a disposizione 5 insegnanti che dovranno elaborare il ‘piano di lavoro’ annuale in ambito letterario e umanistico, da offrire alle scuole. 

Autonomia

«Oggi è una giornata storica ed emozionante, un’anteprima dell’autonomia regionale che verrà – ha commentato il presidente Zaia, che alla firma ha fatto seguire la consegna al ministro del simbolo del leone marciano e della bandiera regionale – . In Veneto  l’identità storica, culturale e linguistica è forte e radicata dopo 1100 anni di governo della Serenissima. Questa non è una operazione ‘amarcord’, ma di valorizzazione di un patrimonio culturale che è vivo e ricchissimo: basti pensare che nella nostra regione sette persone su dieci pensano e parlano in lingua veneta».

Isee e la legge

A far discutere resta il bonus libri e la certificazione che le famiglie devono presentare per poterlo richiedere. «Il Veneto non è Lodi - ha detto Zaia, e sulla presentazione del certificato Isee ha aggiunto -: a chi contesta che è difficile tornare in Bangladesh per ottenere un certificato sul possesso di immobili dico che cercheremo di andare incontro a tutti. Accetteremo dapprima le autocertificazioni, e quindi prima o poi i documenti salteranno fuori». «Ci sono norme che vanno rispettate - ha precisato il ministro Bussetti - il certificato Isee richiede questi documenti. Una volta definite le pratiche si va a vedere dove si può agire in maniera da trovare delle soluzioni. Ma la legge c'è e va rispettata».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento