menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monsignor Pizziol attacca la Lega: "Obiezione fiscale strada sbagliata"

L'attuale amministratore apostolico del Patriarcato di Venezia e vescovo di Vicenza: "Bisogna restare dentro la legalità, vale per tutti"

L'obiezione fiscale che propone la Lega Nord nel caso dell'Imu "non è condivisibile". E' l'opinione di monsignor Beniamino Pizziol, vescovo di Vicenza e attuale amministratore apostolico del Patriarcato di Venezia, che oggi ha rivolto i tradizionali saluti di fine anno alla stampa.

"La proposta dell'obiezione fiscale non è condivisibile - ha detto il monsignore parlando con i cronisti - chi lo fa, in questo caso la Lega Nord, deve restare dentro la legalità, ciò vale per tutti". Parlando della posizione del presidente del Veneto Luca Zaia, Pizziol ha osservato: "Pare in questo senso molto prudente, anzi molto tiepido". L'amministratore del Patriarcato, sempre parlando di Lega, ha detto anche che è un movimento "molto vicino alla nostra gente".


Pizziol, più in generale, ha anche accennato alla manovra economica del governo: "Il rigore c'è stato - ha affermato - l'equità, invece, mi sembra problematica e lo sviluppo è motivo di preoccupazione". Infine il vescovo di Vicenza ha auspicato che presto si proceda alla nomina del prossimo Patriarca di Venezia dopo il cardinale Angelo Scola partito alla volta di Milano: "Mi auguro - ha detto - che le consultazioni per il nuovo Patriarca di Venezia si concludano entro Natale e spero che entro gennaio il Santo Padre ci possa fare questo dono. La mia speranza, ma soprattutto quella della diocesi di Venezia è che il nuovo patriarca possa fare il suo ingresso prima di Pasqua".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento