rotate-mobile
Politica San Marco / Calle Vallaresso, 1332

Monti alla cena di Costa Crociere, è bufera: "Una scelta inopportuna"

I No Grandi Navi vedono come una "presa di posizione di parte" la scelta del premier di parlare durante l'evento offerto dalla compagnia. Chiesto un incontro con lui: "Per ora nessuna risposta"

Sarà una giornata di manifestazioni ufficiali domani, venerdì 8 giugno, a Venezia. Giornata di eventi pubblici ufficiali e di contro-manifestazioni. Sì, perché, ognuno con la propria motivazione, sigle sindacali, no global e comitati si preparano a far sentire la propria voce. I No Grandi Navi, per esempio, ieri hanno inviato una lettera al portavoce del presidente del Consiglio Mario Monti, domani in città per un workshop economico-politico tra Italia e Usa, chiedendo un incontro a margine dei suoi impegni (con massima libertà di orario e sede) per un colloquio sul tema del crocierismo. La città in questi mesi si è spaccata sul passaggio dei "condomini galleggianti" (come li chiamò il ministro dell'Ambiente Corrado Clini) nel Bacino di San Marco.

E proprio il fatto che domani il premier parlerà all'albergo Monaco Gran Canal durante una cena offerta da Costa Crociere finisce nel mirino del Comitato. "Nella nostra lettera abbiamo sottolineato l'inopportunità di partecipare a un evento organizzato dalla compagnia crocieristica, soprattutto per il momento che vive la città, divisa tra pro e contro grandi navi. Abbiamo raccolto migliaia di firme con la nostra petizione per estromettere dalla Laguna i colossi del mare". Ad ora, ed è motivo di rammarico per il portavoce del comitato Silvio Testa, però non è arrivata risposta. "Se verremo snobbati non esiteremo a far sentire la nostra voce - afferma Testa - e domani sera saremo vicino al Gran Canal".

La cena, cui parteciperà anche il ministro per l'Ambiente Corrado Clini, sarà l'atto conclusivo del workshop dell'associazione Italia-Usa. "Accettare l'invito - conclude il portavoce del comitato No Grandi Navi - significherebbe prendere una posizione di parte, nonostante dopo i disordini in Val di Susa il ministro delle Infrastrutture Corrado Passera abbia dichiarato che sulle tematiche che toccano la vita dei cittadini 'sarebbero stati ascoltati'".

 

LA CENA OFFERTA DA COSTA CROCIERE AL MONACO GRAN CANAL

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monti alla cena di Costa Crociere, è bufera: "Una scelta inopportuna"

VeneziaToday è in caricamento