rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Politica Chioggia

Se Chioggia chiede le navi da crociera Ca' Farsetti "non cambia rotta"

Il primo cittadino chioggiotto Casson propone lo scalo di Isola Saloni per l'attracco. Domani ministro Clini e sindaco Orsoni però ribadiranno il progetto suggerito dal Porto

"Se Venezia non vuole le navi da crociera possiamo ospitarle noi". Il sindaco di Chioggia Giuseppe Casson getta l'amo, ma nei corridoi di Ca' Farsetti è difficile che abbocchi. Anzi, non abboccherà. Domani arriva in città il ministro dell'Ambiente Corrado Clini, che avrà un incontro anche con il primo cittadino Giorgio Orsoni, in cui verrà ribadita la linea stabilita qualche giorno fa d'intesa con il presidente del Porto Paolo Costa. Piattaforma nautica alle bocche di porto di Malamocco dal 2017 e, prima, un percorso alternativo per la Stazione di Marittima, evitando di passare per il bacino di San Marco. Per permettere questa nuova rotta è previsto lo scavo del canale Contorta Sant’Angelo, per collegare Fusina alla Marittima. Il tutto però dopo la promulgazione di un decreto firmato dal ministro per lo Sviluppo economico Corrado Passera e il titolare del dicastero dell'Ambiente Clini.

Il primo cittadino chioggiotto metterebbe a disposizione lo scalo marrittimo di Isola Saloni, la cui vicinanza alle bocche di porto, sempre secondo Giuseppe Casson, permetterebbe un esborso minimo per i lavori di escavo dei canali. Ormai però la rotta è stata decisa e Ca' Farsetti non avrebbe nessuna intenzione di fare marcia indietro. L'incontro che il sindaco di Chioggia chiedeva al primo cittadino lagunare Giorgio Orsoni sembra destinato a concludersi ancora prima di iniziare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se Chioggia chiede le navi da crociera Ca' Farsetti "non cambia rotta"

VeneziaToday è in caricamento