Operaio morto a Meolo, i sindacati: "Nel cantiere è emergenza sicurezza"

Fillea Cigl, Filca Cisl e Feneal Uil in una nota chiedono l'istituzione di un coordinatore che possa controllare le diverse aziende attive nella costruzione della terza corsia della A4

“Questa volta è toccato a un operaio della ditta Costruzioni Generali Xodo di Porto Viro (Ro)". Fillea Cigl, Filca Cisl e Feneal Uil di Venezia, Treviso e Veneto, in una nota congiunta, denunciano "l'evidente carenza di sicurezza dimostrata". Ieri mattina, verso le 12.30, Paolo Tardelli, 42 anni, era chinato per riparare la testa di una trivellatrice. A un certo punto la catena che teneva sospeso il macchinario ha ceduto e la benna l'ha travolto, uccidendolo.

 

"Episodi di questo tipo non possono essere liquidati come frutto della sfortuna o della tragica fatalità - commentano le sigle sindacali - Sono sempre conseguenza di qualche carenza formativa o procedurale nella esecuzione dell'opera". La proposta, unitaria, è che per il cantiere della "Terza Corsia A4" possa contare su un coordinatore della sicurezza, che abbia sotto controllo tutti i rappresentanti responsabili delle varie ditte.

 

"Se quanto accaduto è successo in fasi lavorative apparentemente semplici, siamo preoccupati per cosa potrebbe succedere in fasi dell'esecuzione dell'opera dove la criticità è ben maggiore - commentano i sindacati - Per esempio in presenza di traffico o dove operano più imprese contemporaneamente. Queste ultime richieste, già avanzate nell'ultimo incontro con l' impresa appaltante - xonxlude la nota - diventano una priorità ineludibile".    
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento