Politica

Continua lo scontro Lega - Da Villa: l'assessore al Commercio a un passo dall'espulsione

Con il congresso del Carroccio di domenica scade la "tregua" sul fronte espulsioni. A breve possibile un faccia a faccia tra il segretario del partito Vallotto e il sindaco Brugnaro

Da domenica, con il congresso della Lega Nord e la riconferma del segretario Matteo Salvini, tutto torna possibile. Si chiude la "tregua" sul fronte delle sanzioni nei confronti di eventuali iscritti al Carroccio e torna di conseguenza d'attualità la querelle riguardante l'assessore al Commercio Francesca Da Villa, in quota Lega ma in rotta di collisione con il partito. Il nodo del contendere è sempre quello: la decisione dell'esponente della giunta Brugnaro di alzarsi e andarsene per non votare contro la delibera sul ricorso al Tar di Ca' Farsetti sul referendum sulla separazione tra Venezia e Mestre. Contravvenendo alle indicazioni di partito. Il 21 aprile scorso era arrivata la decisione del direttivo, all'unanimità, di sfiduciare l'assessore. Senza escluderne l'espulsione.

Ora tutto torna in gioco, come riporta anche il Gazzettino. Il segretario provinciale della Lega Nord, Sergio Vallotto, ha chiesto fin da subito le dimissioni dell'assessore. A più riprese. La Da Villa ha invece tirato dritto, anche perché sono diversi i progetti in itinere dell'amministrazione. Una frattura che è stata certificata dal comportamento dei consiglieri leghisti, Giovanni Giusto e Silvana Tosi, che, pur continuando a sostenere la maggioranza, hanno fatto mancare il numero legale durante la votazione della delibera contro l'apertura di nuovi take away in centro storico. Proposta proprio dalla Da Villa.

In settimana è possibile un colloquio tra il sindaco Luigi Brugnaro (che ha sempre bollato la vicenda come "questioni interne alla Lega") e il segretario Sergio Vallotto per capire il da farsi. Di certo, però, il primo cittadino non è intenzionato a ritirare le deleghe all'assessore. Anzi. Più probabile che arrivi l'espulsione per la Da Villa dal Carroccio. Nei prossimi giorni tutto dovrebbe chiarirsi. Il segretario Vallotto è stato chiaro nelle settimane scorse: "Se l'assessore Da Villa non si dimette - ha dichiarato - continuerà a farlo a titolo personale. Rappresentando solo se stessa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua lo scontro Lega - Da Villa: l'assessore al Commercio a un passo dall'espulsione

VeneziaToday è in caricamento