menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Porto va controcorrente: "L'inchino qui a Venezia è impossibile"

In una nota la Capitaneria di porto e l'Autorità portuale puntualizzano: "Alle navi qui è consentito solo un passaggio obbigato che non ammette devizioni. Il passaggio avviene in sicurezza"

"La pratica dell'inchino, la deviazione di rotta per avvicinarsi alle coste delle navi da crociera, è del tutto impossibile nello scalo lagunare e nell'intera Laguna di Venezia". Lo rilevano la Capitaneria di Porto e l'Autorità Portuale di Venezia.

 

"Contrariamente a quanto spesso detto e scritto negli ultimi giorni, Venezia, essendo un porto lagunare, consente alle navi - si scrive in una nota - solo un passaggio obbligato lungo specifiche rotte che non ammettono deviazioni". Secondo le due autorità, quindi, il passaggio in laguna avverrebbe quindi in piena sicurezza.

 

"Le navi da crociera non hanno, e non possono avere, libertà di navigazione sull'intero specchio acqueo della laguna. Il loro passaggio, nel bacino di San Marco, nel canale della Giudecca, avviene in piena sicurezza, seguendo una sorta di "corridoio" che impedisce fisicamente, anche in relazione ai fondali e al pescaggio delle navi, di avvicinarsi, volontariamente o involontariamente, alle rive", si spiega nella nota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento