rotate-mobile
Politica

Province in trincea per sopravvivere: "No a un'Italia senza di noi"

Oggi a Padova conferenza stampa congiunta dei presidenti dei Consigli provinciali veneti. Balleello: "Passiamo alle città metropolitane". Domani Consiglio aperto a tutti a Ca' Corner

Oggi nella sede della Provincia di Padova si è svolta la conferenza stampa dei presidenti dei Consigli provinciali delle sette Province del Veneto. In rappresentanza della Provincia di Venezia ha partecipato la presidente del Consiglio provinciale di Venezia Marina Balleello: "Si è voluto porre l'accento sul punto aggiunto dai Consigli provinciali veneti all'ordine del giorno nazionale che chiede alla Regione di mantenere alle Province le attuali funzioni amministrative in attuazione del dettato statutario - ha dichiarato - Ho rilevato che il decreto governativo ha omesso di operare nelle direzioni che gli erano consentite dalla costituzione, ovvero incidere sulle dimensioni delle attuali province avviando processi di accorpamento, passare finalmente all'istituzione delle città metropolitane, costituzionalmente previste, per far si che il governo di questi territori sia espressione non solo del capoluogo".

Il Consiglio provinciale lagunare quindi si muoverà in tal senso: "Sarà costituita - annuncia la presidente del Consiglio provinciale - una commissione speciale denominata "Venezia città metropolitana" al fine di formulare un’ipotesi da presentare alla Giunta relativamente alla sua perimetrazione, il suo statuto provvisorio e le modalità di scelta del presidente del Consiglio".

Domani, inoltre, alle 15 in sala consiliare a Ca' Corner, Consiglio straordinario aperto per la discussione e l’approvazione dell’ordine del giorno “No all’Italia senza province”.


"Tutte le Province italiane domani saranno impegnate in Consigli provinciali aperti a tutti per ribadire il netto dissenso a un’Italia senza le Province – afferma la presidente Francesca Zaccariotto - Sarà un momento utile per fare chiarezza, dopo tanti interventi demagogici sui loro costi. Iniziamo allora a ripensare la Provincia di Venezia come città metropolitana, per riformarla e renderla più efficace, ammodernandola ma mantenendo il ruolo di collante con i Comuni, cerniera fondamentale tra la Regione e la comunità dei cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Province in trincea per sopravvivere: "No a un'Italia senza di noi"

VeneziaToday è in caricamento