Il rettore di Ca' Foscari promosso all'esame in Bragora

Michele Bugliesi ha accettato di incontrare gli iscritti del Gruppo 25 Aprile, comitato che domenica a porte chiuse lo ha ricevuto a Castello. Probabile in settimana il nome del candidato del centrosinistra

Michele Bugliesi in Bragora domenica

Lui e quelli del Gruppo 25 Aprile. Un faccia a faccia durato tre ore, quello a porte chiuse di domenica, fra il rettore dell'Università di Ca' Foscari, Michele Bugliesi, e una cinquantina di iscritti al Comitato della Bragora a Castello. Un esame a cui Bugliesi ha accettato di sottoporsi e che gli è valso la promozione da parte di quasi tutti i presenti, a loro dire: «Il voto più basso è stato un 7». Il rettore come alternativa al sindaco uscente, alle prossime amministrative, sembra aver convinto i più che lo hanno valutato in tutto: puntialità, disponibilità all'ascolto, completezza delle risposte, pacatezza e precisione.

L'ambiente

«Pur sapendo che non si sarebbe presentato con un programma, visto che per ora non è candidato alle elezioni, abbiamo saggiato il suo pensiero sui temi che il Gruppo ha più cuore, come la residenzialità. Ci ha detto che per riportare a Venezia la classe media bisogna attrarre professionisti che si occupino di ambiente e innovazione tecnologica, i profili occupazionali ad alto valore per dare un futuro compatibile al territorio e prospettive di stabilizzazione». L'idea non è quella della cultura tardo-industriale di Porto Marghera, né del lavoro sottopagato fatto a immagine della monocoltura turistica. Bugliesi ha parlato di diritto alla casa, riferscono i presenti, che impone di rendere disponibili le abitazioni pubbliche sfitte e chiuse anche ai redditi bassi. «Ha detto No agli alberghi all'ex gasometro. Sì alle abitazioni e all'impianto sportivo scolastico. No anche agli scavi per il passaggio delle grandi navi». 

Il candidato

Il nome del rettore dell'Università di Ca' Foscari in tema di elezioni era già emerso agli inizi di gennaio, quando a farlo era stato sempre il portavoce del Gruppo, Marco Gasparinetti, trovando consensi e dissensi. Oltre a quello di Bugliesi molti altri nomi sono comparsi o sono stati proposti in ambito sia civico che politico. «In settimana - fanno sapere alcuni tesserati del 25 Aprile - dovrebbe emergere un candidato, in occasione del prossimo incontro delle forze progressiste e moderate di giovedì».

La cultura

Un progetto alternativo concreto per la città è stato invocato da tutte le forze che aspirano a governarla, mandando a conclusione il mandato del sindaco Luigi Brugnaro. Ma sul metodo poi sono iniziate le divergenze, sulle primarie ad esempio, passaggio forse ora più facilmente superabile dopo la vittoria del centrosinistra in Emilia Romagna. «Bugliesi ha detto che occorre mobilitare le energie in campo, che serve entusiasmo e partecipazione. Si è dimostrato preparato e con le idee molto chiare su certi argomenti come la cultura. Impensabile che sia mancato un assessorato per tutti questi anni», il commento dei presenti all'incontro con il rettore. «Bugliesi ha parlato di traffico lagunare e moto ondoso dicendo che è necessaria una riconversione all'elettrico, e che bisogna ridurre la velocità, utilizzare il gps e rafforzare i controlli. Stop alla speculazione e ai permessi per costruire alberghi. Ma per cambiare Venezia, ha detto Bugliesi, serviranno almeno 20 anni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento