Risultati del referendum costituzionale a Venezia, il Sì al 63%

La consultazione sul taglio dei parlamentari nel capoluogo di provincia per portare da 630 a 400 i deputati e da 315 a 200 i senatori

Sezioni elettorali, archivio

Il risultato del referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari nel Comune di Venezia. Nel 1963 si pose questo limite su cui ci siamo pronunciati per tagliare da 630 a 400 i deputati e da 315 a 200 i senatori. La riforma è stata votata le prime tre volte da M5s, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Nella quarta votazione si sono aggiunti Pd, Leu e Italia Viva. Il referendum confermativo non prevede il quorum, quindi il voto ha valore qualunque sia il numero di elettori che ha votato. Il Sì appare in testa rispetto al No ormai in tutte le regioni anche quando lo spoglio non è completo per tutti i seggi. Quando sono quasi le 22 a Venezia tutte le sezioni sono state scrutinate e il Sì supera di poco il 63%, mentre il No si ferma al 37%. Alla fine hanno votato Sì 79.588 votanti, pari al 63%; hanno votato No 46.730 votanti pari al 36.99%; schede bianche 1.089, schede nulle 624; schede contestate 2. Affluenza al voto: 128.033 votanti (il 67,12% degli aventi diritto).

Il commento video del candidato sindaco 5 Stelle a Venezia Sara Visman:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L'esito del referendum avrà un effetto negativo sulla rappresentanza democratica di tutti i cittadini - è il commento del candidato sindaco del Partito Comunista dei Lavoratori, Alessandro Busetto -. Se questo passo doveva essere fatto, era bene fosse anticipato da un ritorno a una legge elettorale proporzionale, senza soglia di sbarramento, almeno per alleviare le restrizioni alla rappresentanza che questa legge ha al suo interno. Sarebbe stato opportuno limitare e ridurre i privilegi di pochi (i parlamentari e senatori) che ridurre lo spazio democratico di tutti, abbiamo risparmiato gli spiccioli del caffè, purtroppo da domani però la bevanda sarà più amara».

Schermata 2020-09-21 alle 21.45.54-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento