rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica

Pd: «Tassare eredità milionarie per favorire i giovani». Lega: «Imbarazzante»

Tomaello contro Sambo: «Ennesima mancia elettorale. Aiutare i ragazzi con una “dote” può solo aver l’effetto di creare assistenzialismo». Moretto: «Si finisce per colpire le nuove generazioni delle aziende venete»

«Tassare le eredità milionarie per redistribuire ai giovani». La posizione della segretaria del Partito Democratico e consigliera comunale Monica Sambo fa discutere. Molti i commenti, le critiche e le considerazioni suscitate, anche dagli avversari politici. Di «proposta imbarazzante» parla la Lega, attraverso il vicesindaco di Venezia Andrea Tomaello.

«Il Pd non si smentisce mai - afferma - a qualsiasi problema risponde con: tasse, tasse, tasse. Lascino tranquilli chi si è guadagnato qualcosa legittimamente e lo ha messo da parte per i figli. Dare una “dote” ai diciotenni è l’ennesima mancia elettorale che poi finisce in disgrazia come i bonus da 80 euro o il reddito di cittadinanza. Aiutare i giovani con una “dote” può solo aver l’effetto di creare assistenzialismo». Di «tassazione delle eredità milionarie» aveva parlato Sambo due giorni fa, aggiungendo: «Una proposta giusta in un paese dove l’ascensore sociale non funziona rispetto ad altri grandi paesi, e in cui i giovani fanno più fatica ad emanciparsi, a creare una famiglia, a costruire il loro futuro».

Per Tomaello serve altro. «Una politica a 360 gradi che inizi dall’educazione e il senso civico - commenta il vicesindaco - per evitare tutti quei casi di baby gang che vediamo, alla formazione universitaria per poter far accedere in numero maggiore giovani studenti alle facoltà che ne hanno bisogno, come Medicina, agevolazioni fiscali per chi fa figli, fino a una maggiore conoscenza e coinvolgimento dei giovanissimi nel mondo della cultura e pratica dello sport».

Il Pd propone di aumentare l'imposta di successione per i patrimoni sopra i 5 milioni di euro, ma nei giorni scorsi si è già evidenziato come i conti non tornino e che nemmeno una tassazione esagerata riuscirebbe a garantire la promessa di una dote di 10 mila euro ad ogni 18enne - sostiene la deputata veneta di Italia Viva, Sara Moretto, in merito - In Veneto significherebbe oltretutto colpire le piccole e medie imprese familiari che coraggiosamente garantiscono ogni giorno sviluppo e lavoro. Per inseguire l'idea di tassare i ricchi si finisce con il colpire le nuove generazioni delle aziende venete». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd: «Tassare eredità milionarie per favorire i giovani». Lega: «Imbarazzante»

VeneziaToday è in caricamento