Sanitá: Idv Veneto, Zaia sbaglia a criticare ispettori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

“Sul caso delle due gestanti decedute negli Ospedali di San Bonifacio di Verona e di Bassano del Grappa (Vicenza), e' doveroso attendere il risultato del lavoro delle due Commissioni, Regionale e Ministeriale, affinchè si possano esprimere valutazioni di qualsiasi genere. Troviamo dunque fuori luogo le critiche del governatore Zaia agli ispettori inviati dal ministero, che peraltro hanno già stilato una relazione che sembra abbia individuato qualche criticità nei protocolli di intervento”. Cosí Antonino Pipitone, responsabile di Idv Veneto ed ex consigliere regionale.
“Il Sistema Sanitario Regionale Veneto è di qualità, abbiamo professionisti di elevato livello, ma la medicina non è matematica: possono accadere eventi drammatici anche quando tutte le procedure sono state effettuate correttamente e tutte le migliori cure prestate. Per questo motivo - ha detto ancora - dobbiamo avere la serenità di analizzare a fondo quanto è successo, nell'interesse di tutti. E se qualcosa si puo' migliorare bisogna farlo subito”.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento