menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si cambia: accordi triennali per i contributi del Comune alle paritarie

Nella tarda serata firmata una delibera con cui si cancellano i contributi facoltativi erogati di anno in anno. L'assessore all'Istruzione Ferrazzi: "In questo modo ci sarà più stabilità"

E' stata votata nella notte la delibera di Consiglio che rivoluziona il rapporto tra il Comune di Venezia e le 38 scuole per l'infanzia paritarie: Ca' Farsetti non stanzierà più un contributo facoltativo di anno in anno, ma siglerà con gli istituti una convenzione triennale che ne stabilizza il rapporto.

In questo modo l'amministrazione fissa da un lato dei criteri chiari, oggettivi e trasparenti nel trasferimento del sostegno economico, richiedendo alle scuole il rispetto di regole e procedure a garanzia pubblica, e dall'altro garantirà alle scuole dell'infanzia una stabilità per il prossimo triennio. All'approvazione della delibera si è giunti dopo un intenso lavoro congiunto tra Giunta, commissione competente e Consiglio comunale.


“È evidente – ha dichiarato in merito l'assessore comunale alle Politiche educative, Andrea Ferrazzi - che il sistema dell'infanzia nel nostro Comune si basa su tre pilastri: la scuola statale (con 28 istituti), la scuola comunale (con 18 istituti) e la scuola paritaria (con 38 istituti), che vanno sostenuti pena il collasso del sistema stesso. Si tratta di servizi fondamentali sia per la crescita dei nostri bambini, sia come supporto alle famiglie, soprattutto in questo periodo di crisi. L'aver ottenuto la statalizzazione della scuola dell'infanzia di Murano ci ha consentito, a parità di finanziamento complessivo del Comune, di incrementare notevolmente il sostegno economico alle paritarie. È un esempio di come il sostegno alla formazione e alle nostre famiglie ha bisogno di fatti concreti e non di pronunciamenti a parole”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento