menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Se il lavoro non sarà concluso mi ricandiderò. E il blind trust è in dirittura d'arrivo"

Brugnaro: "Non andrò a Roma, ma voglio che Venezia diventi riferimento per chi governerà. Dobbiamo salvaguardare il lavoro, pronto a una grande manifestazione a Porto Marghera"

"Se l'operazione di rinnovamento non sarà concluso mi candiderò una seconda volta. Sempre se i cittadini lo vorranno". Il sindaco Luigi Brugnaro giovedì risponde in questo modo a chi gli chiede se, in tempo di elezioni, potesse essere interessato a un ruolo politico nazionale, magari sviluppando quel "movimento per il lavoro" che più volte nelle ultime occasioni pubbliche ha dichiarato di voler appoggiare, anche scendendo in piazza se necessario.

"Sta per arrivare il blind trust"

"Io rimango qui - risponde - Mi ricandiderò sempre con trasparenza e senza percepire un soldo. Anzi, sta per arrivare il blind trust". Si tratta di un "fondo cieco" attraverso cui il primo cittadino intende spogliarsi della dirigenza delle sue aziende per evitare problemi di possibili conflitti d'interesse: "A breve lo annunceremo nei dettagli. E' il primo caso in Italia", sottolinea. L'annuncio arrivò nel marzo scorso, dopo alcune polemiche che riguardarono le società Porta di Venezia e Abate Zanetti. Ora, secondo le parole di Brugnaro, si sarebbe vicini alla chiusura del cerchio.

"Grande manifestazione a Porto Marghera"

Inutile specificare che l'eventuale assenza di un blind trust costituirebbe un tema obbligato per gli sfidanti di Brugnaro alle prossime Amministrative: "Ma ora ci sono altre elezioni - dichiara il primo cittadino - Di fronte a queste persone di buona volontà che andranno a guidare il Paese, di qualunque appartenza politica siano, Venezia si candida a diventare luogo di sperimentazione e laboratorio attraverso cui spiegare le nuove linee amministrative della città. Abbiamo ridotto i costi efficientando, mettendoci la faccia. Ma è qualcosa che va oltre la politica. Il 'partito del lavoro' è una realtà trasversale. Senza l'impegno dei cittadini questo Paese non va avanti. E' questa gente che non urla o tiene un fumogeno in mano cui penso. Facciamo una grande manifestazione a Porto Marghera - conclude - Puntiamo a una grande rivoluzione culturale. Per il lavoro". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento