Giovedì, 13 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sinistra e Pd: ripensando a un'alleanza per riprendere il governo e la città

«Comprendere anche organizzazioni, comitati, associazioni cittadine per un'alternativa politica locale e nazionale»

Centrosinistra e Pd scaldano i motori in vista delle elezioni europee e amministrative del 2020. Il parlamentare veneziano del Partito Democratico, Nicola Pellicani, venerdì in piazza Ferretto: «Pensiamo a un Pd allargato ai gruppi di interesse e alle organizzazioni della società civile, ma anche a quelle parti della sinistra che si erano allontanate, per riprenderci la città sulla quale abbiamo governato per 30 anni». 

La battaglia è anche contro il documento economico e finanziario dell'esecutivo 5 Stelle-Lega. «Toglie risorse all'Istruzione - dice Monica Sambo, capogruppo Pd in consiglio comunale a Venezia -. In una città come quella lagunare occorre rimettere al centro le politiche educative, a cominciare dal taglio delle rette degli asili nido, che ora le famiglie non riescono più a pagare. Venezia era un tempo fra le città più virtuose su questo versante. Continueremo a batterci in Consiglio comunale per rendere questi servizi accessibili».

Roberto Speranza, del movimento Liberi e Uguali, da Chirignago: «Siamo dentro a una crisi della sinistra. Jobs act, buona scuola, referendum costituzionale, lontananza dai problemi delle persone, hanno comportato una perdita di elettorato. Al Paese serve una politica che provi a cambiare la vita delle persone, dentro una cultura di governo, giocando più ampiamente possibile. Pensare di riunire il centrosinistra è possibile, solo se la premessa di questa alleanza è il cambiamento». «A Venezia la sinistra deve comprendere anche quelle forze che si sono costituite dal basso, i gruppi della società civile, che insieme ai partiti possano costruire un'alternativa di città metropolitana da qui ai prossimi 10 anni», conclude Michele Mognato (LeU). 

Si parla di

Video popolari

Sinistra e Pd: ripensando a un'alleanza per riprendere il governo e la città

VeneziaToday è in caricamento