menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incotro Chisso - sindacati

L'incotro Chisso - sindacati

Dalla Regione 105 milioni per i trasporti, ma Actv finisce "nel mirino"

Lo stanziamento serve per il pagamento dei contratti di servizio per i primi 5 mesi 2012. Chisso: "Per la compagnia veneziana stiamo valutando l'adeguatezza del contributo regionale"

La Giunta regionale, su iniziativa dell’assessore alla Mobilità Renato Chisso, ha impegnato 105milioni 398mila euro per le amministrazioni provinciali e comunali a favore del trasporto pubblico per pagare i costi dei contratti di servizio relativi ai primi cinque mesi (gennaio – maggio) del 2012. Per l’anno corrente il bilancio della Regione prevede una disponibilità complessiva di 253 milioni di euro.

“La Direzione Mobilità – ha sottolineato Chisso – è stata incaricata di erogare il 95 per cento dei finanziamenti spettanti, salvo conguaglio in sede di rendicontazione”. L’1 per cento delle risorse residue sarà peraltro subordinata al raggiungimento, da parte dell’azienda affidataria, di uno dei seguenti obbiettivi: conseguimento del rapporto ricavi/costi pari o superiore allo 0,35; miglioramento del rapporto ricavi/costi rispetto all’anno precedente. Il 2 per cento del corrispettivo residuo sarà invece vincolato al rispetto degli standard di qualità erogata".

“Con il provvedimento odierno – ha aggiunto Chisso – abbiamo voluto in ogni caso garantire alle aziende la massima liquidità, pur in un quadro di trasferimenti statali in diminuzione. E’ da almeno due anni che ricordo a tutti che siamo chiamati a fare le nozze con i fichi secchi, all’interno di un contesto normativo nel quale la Regione opera in un settore trasferito, senza l’autonomia fiscale che permetterebbe di avere risorse compatibili con la ricchezza prodotta dal territorio. Io resto tuttavia convinto che si possono realizzare economie e riorganizzare le reti dei trasporto su gomma in modo da garantire una risposta di qualità senza penalizzazioni”.

"Per quanto riguarda la 'situazione Actv' - spiega Chisso - la Direzione mobilità sta analizzando l’adeguatezza del mantenimento al livello attuale del contributo pubblico per le linee di navigazione lagunare. Un conto è infatti garantire il servizio pubblico ai residenti - conclude l'assessore - altra cosa è il servizio per i turisti”.

Per i sindacati dei trasporti la decisione della Giunta veneta, che assegna una prima tranche di oltre 105 milioni di euro per finanziare il servizio pubblico locale, è “condivisibile”. Il giudizio è stato espresso al termine dell’incontro a Palazzo Balbi con l’assessore Chisso, che ha illustrato alle organizzazioni i contenuti e l’articolazione del provvedimento.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento