Politica

Tari, il Consiglio approva le tariffe 2021 e le minoranze votano contro

Minor gettito registrato a bilancio dovuto alle agevolazioni Arera e alle chiusure delle attività. Gasparinetti: «L'aumento per le famiglie supera il 7%. La giunta fa il Robin Hood al contrario. Toglie ai poveri per dare ai ricchi». Rosteghin: «Fortunatamente la maggioranza ha accolto la proposta di ridurre la Tari alle persone in difficoltà»

Partecipata del Comune di Venezia per servizio acqua e Tari Veritas piazzale Roma

Tari: via libera in Consiglio comunale nella notte fra mercoledì e giovedì alle tariffe 2021, con 21 voti favorevoli e 11 contrari. Si parte dal minor gettito registrato a bilancio per il 2020, dovuto alle agevolazioni Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) che alle chiusure delle attività economiche. Si avranno 3.093.578,61 euro di entrate in meno, spiega Arera, che saranno coperte attraverso quota del Fondo per l’esercizio delle funzioni fondamentali. Mentre le chiusure delle attività comporteranno 1.904.410,36 euro di minori entrate compensate anch'esse dal fondo, per evitare che tale minor gettito vada a gravare sui piani economici e finanziari degli anni successivi.

Nella delibera il Consiglio sottolinea che: «l’istanza per ottenere le agevolazioni, ove previsto, per il 2021 in merito al pagamento della Tari deve essere presentata entro 90 giorni (fermo restando che sarà cura dell’utente comunicare al gestore l’eventuale modifica dei requisiti) e comunque non oltre il 31 ottobre 2021». Per quanto riguarda i piani di rientro, si conferma che: «le agevolazioni relative alle attività economiche vengono concesse solo se l’attività richiedente non ha debiti pregressi a titolo di Tari o Tares nei confronti dell’amministrazione comunale o non abbia piani di rateizzazione approvati dal gestore della Tari. Infine, vengono confermate le date di scadenza per il pagamento delle rate secondo lo schema della delibera di giunta del febbraio 2021: le rate relative delle utenze domestiche per il 2021 sono quattro con le seguenti scadenze: 16 marzo, 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre; le rate relative al pagamento Tari delle utenze non domestiche sono tre con le seguenti scadenze: 16 giugno, 16 settembre, 16 dicembre.

Il commento del capogruppo di Terra e Acqua in Consiglio dopo l'approvazione a maggioranza delle disposizioni per la tassa sui rifiuti 2021: «L'aumento della tassa sui rifiuti per le famiglie si vota di notte e a distanza. Mezz'ora prima la maggioranza fucsia si era fatta i complimenti da sola per una variazione di bilancio che "non lascia indietro nessuno". Si vede che si erano spiegati male: per le famiglie unicellulari, che nei sestieri rappresentano la metà dei nuclei familiari, l'aumento in bolletta supera il 7%», scrive.  

«Ieri il consiglio comunale, con il voto contrario del Partito Democratico, ha dato il via delibera alle nuove tariffe Tari con un aumento per le utenze domestiche che va dal  5% al 7% rispetto alle tariffe del 2020 - commenta il consigliere comunale Pd Emanuele Rosteghin -. L'aumento  peserà su tutti i nuclei familiari del Comune, in particolar modo su quelli composti da una sola persona che, in Venezia insulare rappresentano oltre il 50% delle famiglie. Va detto che questi aumenti derivano da un nuovo modello di calcolo non dipendente dal Comune ma non per questo non metteranno in difficoltà i nostri cittadini. Mentre per le attività produttive, grazie anche agli stanziamenti statali, sono previsti dei ristori per chi ha subito una perdita di fatturato di oltre il 30%, nulla era previsto per le utenze domestiche. Fortunatamente la maggioranza ha accolto la proposta di ridurre la Tari alle persone in difficoltà. Sarà, come abbiamo chiesto, predisposto un apposito avviso pubblico così da permettere la massima diffusione. Riteniamo che, date le numerose risorse di cui il Comune sta beneficiando da Stato e Unione Europea, sia prioritario aiutare imprese e famiglie in difficoltà».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari, il Consiglio approva le tariffe 2021 e le minoranze votano contro

VeneziaToday è in caricamento