Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Tav, ecco la proposta del Comune: tre fermate e bretella per il Marco Polo

Un minor impatto ambientale sulla gronda lagunare, una spesa stimata in 1 miliardo di euro, contro i 2,6 del precedente progetto, e il ruolo centrale affidato alla stazione ferroviaria di Mestre

Nel corso di una conferenza stampa in Villa Ceresa a Mestre è stata oggi presentata la proposta del Comune di Venezia per la realizzazione del tracciato dell'Alta Velocità Venezia-Trieste. Dopo un incontro con gli amministratori degli altri Comuni coinvolti, gli assessori comunali alla Mobilità e Trasporti, Ugo Bergamo, all’Urbanistica, Ezio Micelli, e all’Ambiente, Gianfranco Bettin, hanno spiegato i motivi per i quali tale progetto risulta meno impattante, meno costoso e più funzionale di quello previsto nel progetto preliminare di Rfi (Rete ferroviaria italiana).

Il 23 aprile ci sarà un incontro tra il commissario per l’Alta Velocità Venezia-Trieste, Bortolo Mainardi e i molti sindaci coinvolti, nel corso del quale saranno poste sul tavolo tutte le alternative progettuali. Seguiranno incontri pubblici e discussioni, poi la decisione dovrà essere presa entro il 30 giugno.


La linea balneare, vicino alle spiagge, precedentemente proposta, ha incontrato forti resistenze da parte dei sindaci interessati, dovute in parte anche all’alto costo dell’opera. Il progetto attuale di tracciato a fianco della ferrovia sembra, invece, permettere un notevole risparmio: 1 miliardo di euro è la spesa stimata per essa, contro i 2,6 del percorso balneare.

La scelta di completare il corridoio verso il Friuli e l’est europeo della linea ferroviaria Alta Velocità/Alta Capacità, hanno spiegato gli assessori nell’incontro odierno, ha posto la necessità di individuare una linea passante nel territorio comunale veneziano, in grado di servire Mestre, Venezia e l’aeroporto. Sull’ipotesi fatta da Rfi nel 2010, l’amministrazione comunale ha evidenziato problemi di natura tecnica e ambientale, ribadendo le problematicità del tracciato di gronda. Il tracciato alternativo che proponiamo, ha precisato Bergamo “è coerente con quanto previsto dal Piano d'assetto territoriale (Pat), e prevede l’utilizzo di linee ferroviarie già esistenti che si affiancano alla tangenziale, adattandole, ove necessario, per ottenere una maggior capacità e velocità della linea e realizzando la bretella di collegamento in superficie tra la linea Mestre-Trieste e l’aeroporto Marco Polo, in modo che sia percorribile anche da treni veloci”.


Secondo questa ipotesi sarebbero disponibili tre fermate: Stazione di Mestre, Stazione Santa Lucia di Venezia e aeroporto Marco Polo. Raggiunto il nodo Mestre-Venezia, i treni dell’Alta velocità provenienti da Roma e Milano potrebbero proseguire sulla linea per Trieste, per poi raggiungere l’aeroporto lungo la nuova bretella.

L’aspetto più importante, ha precisato l’assessore Bettin “è che non ci sarà spreco di territorio né di risorse perché, qualunque siano poi le scelte future, una volta realizzato, questo tracciato sarà funzionale all’esercizio del Sistema ferroviario metropolitano regionale, il Sfmr. Si tratta infatti di realizzare un sistema efficiente, al centro dell’area metropolitana, che avrà il massimo rendimento e il minor impatto ambientale”.

Nel tracciato elaborato dal Comune assume, infatti, un ruolo centrale la stazione ferroviaria di Mestre, viene evitato l’impatto sulla gronda lagunare ed eliminato il tunnel di 9 chilometri, previsto invece da Rfi, che aumenterebbe i costi dell’opera e farebbe diminuire la velocità dei treni (all’interno della galleria la velocità massima che si può raggiungere è di 140 chilometri all’ora). Il nostro obiettivo, ha concluso Micelli, "è quello di lavorare sulla riqualificazione e in un’ottica di interconnessione funzionale dei punti nevralgici della città. Questo tracciato è una proposta credibile e sostenibile alla domanda di collegamenti integrati per la nostra città, e sarà un valore e una grande opportunità per la crescita del territorio senza che però ci sia consumo e spreco di suolo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, ecco la proposta del Comune: tre fermate e bretella per il Marco Polo

VeneziaToday è in caricamento