rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica San Marco / Salizada del Fontego dei Tedeschi

"Il megastore al Fondaco dei Tedeschi è uno scempio, denunceremo tutto"

Lidia Fersuoch, presidente della sezione di Venezia di Italia Nostra, attacca il progetto dei Benetton: "La terrazza a vasca è equivalente a una grande nave piombata nel cuore della città"

"Il megastore che Benetton vuole realizzare al Fondaco dei Tedeschi è un abuso che grida vendetta. Venezia non deve essere svenduta. Se i lavori dovessero cominciare siamo pronti a intervenire denunciando questi abusi alla Procura della Repubblica". Lidia Fersuoch, presidente della sezione di Venezia di Italia Nostra, non usa mezzi termini per stigmatizzare il progetto che dovrebbe trasformare in un centro commerciale il Fondaco dei Tedeschi, il grande palazzo costruito nel Cinquecento che si affaccia sul Canal Grande. Iniziativa, questa, promossa dal gruppo Benetton che, dopo aver comprato l'immobile nel 2008, ha raggiunto un accordo con l'amministrazione comunale guidata da Giorgio Orsoni per la sua trasformazione e cambio d'uso.

"Il sindaco - spiega Fersuoch - ha espletato tutte le pratiche edilizie in una settimana. Mi rendo conto che ci sono delle esigenze di cassa, ma l'amministrazione ha fatto di peggio: ha assicurato ai Benetton che farà di tutto per garantire l'esecuzione totale del loro progetto. Un piano che comprende le scale mobili e una terrazza a vasca, proibita a Venezia da decenni. Questo significa eliminare parte del tetto per ricavarci una terrazza dalla quale poter guardare il ponte di Rialto. La terrazza panoramica è l'equivalente di una mega-nave piombata nel cuore della città", lamenta Fersuoch. In verità secondo la proprietà il progetto è ancora lungi dall'essere definito.  E anche in Consiglio comunale a Ca' Farsetti ci sarà battaglia.


Tuttavia, specifica l'esponente di Italia Nostra, "i permessi per fare questo scempio non può darli Orsoni bensì la Soprintendenza ai beni architettonici e quella regionale che ancora non si sono pronunciate". Il Comune, ricorda inoltre Fersuoch, "ha ricevuto 6 milioni di euro come indennità per il cambio d'uso, dal momento che il palazzo ospitava un ufficio postale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il megastore al Fondaco dei Tedeschi è uno scempio, denunceremo tutto"

VeneziaToday è in caricamento