menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"No all'Unione dei Comuni". Vigili di Spinea tutti in massa verso Venezia

Dieci dipendenti della Polizia Locale hanno presentato l'istanza per chiedere il trasferimento. Non piace per nulla il progetto di unire tutti i comandi del Miranese

Un esodo in massa da Spinea verso Venezia. E’ quello paventato, probabilmente come pura e semplice provocazione, da dieci dipendenti della Polizia Locale che nei giorni scorsi hanno presentato un’istanza di trasferimento per mobilità. Il motivo? L’assoluta contrarietà al progetto dell’Unione dei Comuni del Miranese, con conseguente unione dei vari comandi di Polizia Locale. Gli agenti di Spinea attualmente lavorano in convenzione con i colleghi di Venezia e Marcon, e si oppongono alla moifica di un assetto che a loro dire risulta già molto efficiente. Da qui, dunque, la decisione di presentare in massa la domanda di trasferimento.

Tra gli uffici del comando di Spinea, come si legge sul Gazzettino, il malumore serpeggiava da mesi. Quando i sindaci del comprensorio (tutti tranne il primo cittadino di Scorzè) hanno iniziato ad incontrarsi con maggior frequenza per delineare il progetto dell’Unione, i vigili hanno deciso di compattarsi e fare questo eclatante gesto. “Stiamo lavorano in ottima sinergia con Venezia, perché virare verso una nuova Unione che in tempi brevi non potrà certo avere la stessa organizzazione e la stessa efficienza?” si chiedono i dipendenti della Polizia Locale, che poi specificano come non vi sia alcun problema con il comandante Diego Trolese.

Nel mirino c’è solo l’Unione dei Comuni, paventata da tempo e in fase di realizzazione. Unione dei Comuni significa che alcuni servizi saranno accorpati nel tentativo di migliorarli risparmiando denaro pubblico, ma il progetto suscita pure molte perplessità. La vicenda fa parlare pure a livello politico, con l’ex sindaco Claudio Tessari che in qualità di consigliere comunale giovedì ha depositato un’interpellanza in cui chiede al sindaco Silvano Checchin di relazionare sulla questione. Lo stesso Checchin nelle prossime settimane riceverà i dipendenti della Polizia Locale, intanto il malumore cova pure in altri Comuni del Miranese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento