Politica Chioggia

Conte accolto con calore a Chioggia, ma una donna gli inveisce contro. Condanna dal M5s

L'ex presidente del Consiglio è stato in città ieri sera in occasione della campagna elettorale del candidato Stecco. Superato l'intoppo, la visita è proseguita tra strette di mano e selfie

Accoglienza calorosa martedì sera per Giuseppe Conte, ex presidente del Consiglio in visita a Chioggia per "lanciare" la campagna elettorale del candidato sindaco M5s Daniele Stecco. Conte è arrivato in piazza Vigo alle 18 e, oltre ai gruppi di sostenitori, si è trovato anche ad affrontare una donna (facente parte di una lista concorrente a Stecco) che lo ha aggredito verbalmente, rivolgendogli una serie di accuse.

Il Movimento 5 stelle di Chioggia ha diffuso una nota condannando l'episodio e il comportamento della donna: «Questa persona era senza mascherina, delirava a 360 gradi di complicità nelle situazioni interne e internazionali che il governo Conte II ha contribuito a risolvere, e ha insultato milioni di cittadini che stanno rispettando le regole per uscire dall’emergenza. I toni e i contenuti della provocazione della signora "no vax" richiamano una responsabilità non solo sua personale, ma anche politica. Ci chiediamo: ha agito da sola, o gli esponenti della lista per cui si candida, a cominciare dal candidato Mirko Righetto, erano al corrente dell’azione?».

241292177_2349801285156115_3801843692596441837_n-2

Conte ha comunque cercato di dialogare con la donna, dopodiché ha proseguito la visita secondo il programma, spostandosi a piedi lungo il Corso del Popolo, fermandosi tra i bar a parlare con i cittadini e concedendosi per i consueti selfie. Più avanti ha tenuto un comizio da un palchetto in piazza Granaio assieme al candidato sindaco Stecco, al ministro dei rapporti con il Parlamento Federico D’Incà e alla consigliera regionale Erika Baldin.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conte accolto con calore a Chioggia, ma una donna gli inveisce contro. Condanna dal M5s

VeneziaToday è in caricamento