menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zaccariotto tira le fila del suo 2011: "Le nostre priorità? Lavoro e ambiente"

La titolare di Ca' Corner durante la conferenza stampa di fine anno: "Abbiamo portato a casa risultati positivi, pur in una situazione economica difficile per tutti"

Oggi a Ca’ Corner la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto, assieme alla Giunta provinciale, ha rivolto gli auguri natalizi ai giornalisti, durante la tradizionale conferenza di fine anno. La presidente Zaccariotto ha illustrato alla stampa il bilancio dell’attività dell’Ente portata a termine nel 2011. Tra i progetti evidenziati in particolare, alcune delle principali iniziative condotte a favore dell’occupazione, del recupero della qualità ambientale, della formazione professionale dei giovani, dell’amministrazione e organizzazione dell’Ente.

"Questo è un momento oggettivamente difficile per il Paese, e il nostro territorio non è esente da una crisi di dimensioni che definirei drammatiche - ha dichiarato - Basti pensare ai numerosi casi di imprese a conduzione familiare, le più tipiche del nostro tessuto economico veneto, strangolate dai debiti, in taluni casi - anche di pochi giorni fa - con esiti tragici, con l’imprenditore e capo famiglia portato al suicidio. Per noi questa crisi del lavoro ha voluto dire oltre 900 vertenze seguite, 313 solo nel 2011, a fronte di 21mila disoccupati. Non ci siamo tirati indietro - ha continuato la presidente - se il 2010 è stato l’anno di forte sensibilizzazione del governo per il riconoscimento dello stato di crisi complessa di Porto Marghera, il 2011 è stato l’anno delle battaglie con i lavoratori e del tavolo con le imprese a difesa dell’occupazione".

Altro capitolo è quello ambientale: "Riguardo questo argomento è stata alta e costante la nostra attenzione agli obiettivi del programma di governo sul risanamento e recupero della qualità dell’ambiente e la tutela del suolo e del paesaggio - ha dichiarato Zaccariotto - Una data, per tutte: proprio lo scorso 29 novembre abbiamo siglato in diretta con Bruxelles, e la partecipazione di 22 sindaci della provincia veneziana (altri sei comuni stanno per sottoscrivere il protocollo) il Patto dei sindaci, progetto della Commissione europea che ci impegna, assieme ad altre ventinove Province italiane, al raggiungimento dell’obiettivo di riduzione del 20% delle emissioni di gas serra nocivi entro il 2020".


In conclusione un accenno alle spese dell'Ente: "Anche in questo caso abbiamo fatto molto - commenta la presidente - Abbiamo applicato significativi tagli alla spesa e ridotto di circa il 30 % in due anni la spesa per il personale dirigenziale, con un risparmio netto di un milione di euro. E soprattutto - ha concluso - abbiamo informatizzato tutto il processo di pagamento dei fornitori, siamo tra le prime Province in Italia, dalla protocollazione della fattura alla quietanza di pagamento, monitorando costantemente i tempi di pagamento che si aggirano intorno ai 40 giorni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento